Mondo, 22 aprile 2019

Elezioni Ucraina, il comico Zelenskij presidente con oltre il 70% dei voti: "Tutto è possibile"

Il comico diventato politico Volodimir Zelenskij (nella foto) è riuscito a trasformare il copione in realtà: da tre stagioni interpreta il ruolo del presidente in una popolare serie tv, ma ora si avvia a diventare per davvero il nuovo leader dell'Ucraina. Secondo i primi exit poll diffusi alla chiusura delle urne avrebbe raccolto tra il 72,7% e il 73,7% dei consensi. "A tutti i cittadini dei Paesi post-sovietici, dico: guardateci! Tutto è possibile!", sono state le sue prime parole dopo l'ufficializzazione della sua vittoria.

Battuto quindi il presidente uscente Petro Poroshenko che si ripresentava per un secondo mandato. Si sarebbe fermato tra il 25,3% e il 27,3%. Ha ammesso la sconfitta: Lascio la presidenza del Paese dal prossimo mese. Così ha deciso la maggior parte degli ucraini e accetto questa decisione", ha detto congratulandosi con il rivale per la vittoria.

Volodimir Zelenskij è noto in Ucraina per aver già “fatto il presidente”, perlomeno
in una popolarissima serie tv ucraina, Servo del popolo, sbarcata di recente anche su Netflix. Interpreta un professore di storia eletto a sorpresa presidente dopo che una sua invettiva contro la corruzione al governo viene ripresa di nascosto dagli studenti e diventa virale. Dopo aver creato un partito col nome della serie tv, in ucraino Sluga Narodu, aveva annunciato la sua candidatura a Capodanno.

Volto nuovo della politica, ha condotto una campagna elettorale atipica: non ha tenuto comizi, ma spettacoli insieme allo studio teatrale “Kvartal 95” o dirette video sui social. E, dopo i ripetuti inviti di Poroshenko, ha accettato di partecipare a un dibattito a due giorni dal voto, ma nella cornice dello Stadio olimpico di Kiev.

I critici lo accusano di non avere esperienza in ambito politico né un programma definito e di essere legato all’oligarca in esilio Ihor Kolomojskij, proprietario della tv “1+1” dove va in onda la sua serie tv.  

Guarda anche 

"Putin doveva rovesciare Zelensky, rimpiazzarlo con qualcuno per bene e andarsene"

Per l'ex premier italiano Silvio Berlusconi il presidente russo Vladimir Putin è stato "spinto" dal suo popolo e dal suo entourage a invadere l...
24.09.2022
Mondo

Ignazio Cassis incontra il ministro degli esteri russo a New York

"Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha incontrato il presidente svizzero Ignazio Cassis a margine della 77ª sessione dell'Assemblea generale de...
22.09.2022
Svizzera

L’Unione svizzera degli imprenditori vuole prolungare lo Statuto S dei rifugiati ucraini

Più di 3'600 ucraini hanno già trovato lavoro in Svizzera dal loro arrivo. Tuttavia, la loro permanenza è legata allo Statuto S la cui validit&ag...
24.08.2022
Svizzera

Per Blocher la Svizzera è "parte belligerante" della guerra in Ucraina e "in parte" responsabile della morte di soldati russi"

Christoph Blocher ha attaccato la politica federale sulla guerra in Ucraina giovedì scorso, come riporta la SonntagsZeitung di oggi. In un articolo intitolata &quo...
22.08.2022
Svizzera