Sport, 05 aprile 2019

Lugano: Chi si accontenta gode, ma sprecare troppo può essere pericoloso

2 punti contro GC e Xamax e col Basilea in vista: i bianconeri restano a +6 sui neocastellani e attaccati alla zona europea. Il clima a Cornaredo è buono, ma non dovrebbe essere così

LUGANO - +6 sullo Xamax penultimo e +12 sul GC ultimissimo in classifica. Insomma, la graduatoria per il momento sorride al Lugano che può pensare a una salvezza quasi tranquilla e che può ambire ancora a mettere piede in Europa. Mancano ancora diverse partite, ma l’impressione è che i bianconeri si stiano accontentando un po’ troppo di quanto fatto fin qui.

È vero, la truppa di Celestini non perde da più di un mese, ma è innegabile che i due pareggi rimediati proprio contro lo Xamax (in casa) e contro le Cavallette dovrebbero far mugugnare un po’ tutti. Non solo perché così facendo Sabbatini e compagni avrebbero messo una pietra definitiva sul discorso salvezza, ma soprattutto perché con 4 punti più in cascina sarebbero a ridosso del Thun e potrebbero puntare senza nascondersi troppo al terzo posto.

Eppure dalle parti di Cornaredo sembrano tutti felici, contenti, anche dopo un pareggio per 0-0 contro i neocastellani che avevano sì battuto in casa il Thun, ma che in trasferta avevano ottenuto soltanto 10 punti in 13 partite!

Se la squadra vuole crescere, se vuole arrivare al quarto posto (quella posizione che Renzetti è sicuro di centrare a fine stagione) non può sprecare queste occasioni. Anche perché se poi si vuole vedere un Cornaredo pieno in ogni ordine di posto, allora bisogna mostrare voglia di raggiungere quegli obiettivi prefissati, non lasciando scampo a quelle squadre che lottano per la salvezza o per il medesimo obiettivo, specialmente in casa.

Una risposta potrebbe arrivare a Basilea, ma andare in questo momento in casa dei renani non sarà certamente facile e tornare dal St. Jakob con una sconfitta potrebbe essere anche pericoloso (lo Xamax che ospiterà il San Gallo è in vantaggio al momento negli scontri diretti).

Guarda anche 

Finalmente hockey, finalmente campionato: caccia al trono vacante. Covid permettendo…

LUGANO – Dopo una pausa più lunga del previsto, più lunga del solito a causa dell’ormai nota pandemia di coronavirus che aveva prima obbligato l...
01.10.2020
Sport

Settembre, un mese di cambiamenti per Casinò Lugano

Settembre è stato un mese molto intenso e ricco di avvenimenti per la casa da gioco luganese che in poco tempo ha dovuto affrontare molti cambiamenti. A ...
30.09.2020
Ticino

In più di 1000 sugli spalti: ecco come sarà

RIVERA – La fatidica data dell’1 ottobre è dietro l’angolo e con essa la ripresa del campionato di hockey e l’aumento potenziale dei tifosi...
28.09.2020
Sport

FC Lugano: 25 anni fa, una memorabile impresa!

LUGANO - 25 anni fa, una vita, il Lugano eliminava clamorosamente l’Inter dall’allora Coppa UEFA (la moderna e attuale Europa League). Un evento storico ...
28.09.2020
Ticino