Svizzera, 17 marzo 2019

I cantoni che non espellono i richiedenti l'asilo respinti verranno puniti

I cantoni che non rinviano i richiedenti l'asilo come sanciscono gli accordi di Dublino saranno soggetti alle sanzioni di Berna. A essere maggiormente esposti i cantoni romandi, i meno ligi ad applicare le espulsioni di richiedenti l'asilo la cui domanda dev'essere trattata da un altro paese.

Una decisione sbagliata per Nadia Boehlen, portavoce di Amnesty International Svizzera, interpellata da "Matin Dimanche" secondo cui "Storicamente, c'è un clima diverso riguardante l'asilo in Romandia. Ci si interroga delle conseguenze umane di un rinvio, e non solo della rigida applicazione di una legge. E paghiamo per questo."

Lunedì, la consigliera federale Karin Keller-Sutter ha dichiarato che Berna aveva concesso sussidi per 6 milioni di franchi tra ottobre 2016 e la fine del 2018 in tutta la Svizzera per un totale di 304 casi di richiedenti l'asilo non ancora respinti. Due terzi di questi riguardano il cantone di Vaud, che riceveva 4 milioni di indennizzi.

Dopo Vaud, i cantoni toccati sono altri tre cantoni francofonii: Neuchâtel, Ginevra e Vallese. Il primo ricevette 805'000 franchi; il secondo 600'000 franchi; e il terzo 250'000 franchi.

Guarda anche 

SONDAGGIO – Super League a 12 squadre: favorevole o contrario?

LUGANO – Non sarà una semplice giornata come le altre quella del 23 novembre per la Super League, infatti i club saranno chiamati a esprimersi sui possibili ...
22.08.2019
Sport

Cantiamo Sottovoce, precursore di Internet e YouTube

Superata con slancio la boa del Cinquantesimo, il Gruppo Cantiamo Sottovoce prosegue il suo cammino alla ricerca del piacere di cantare insiem...
18.08.2019
Ticino

Per Cassis la Svizzera non è una priorità: grazie PLR!

“Non mi sentirete mai dire Switzerland first”. Chi ha pronunciato questa frase? Il manager straniero di una multinazionale? Un soldatino o una soldatina del P...
05.08.2019
Svizzera

Cassis: "Da me non sentirete mai dire che la Svizzera viene per prima"

"Da me non sentirete mai dire Switzerland First": lo afferma il consigliere federale Ignazio Cassis in un intervista pubblicata domenica dal SonntagsBlick, seco...
05.08.2019
Svizzera