Svizzera, 07 marzo 2019

Il maiale nero delle Alpi quasi salvo dall'estinzione

Considerato estinto da quarant'anni, il maiale nero delle Alpi è attualmente in piena rinascita in Svizzera grazie a un programma di ripopolazione.

Otto maialini sono nati all'inizio di febbraio presso il Parco naturalistico di Goldau (SZ), ha annunciato quest'ultimo giovedì. Una coppia di suini era stata trasferita nel parco svittese questo ottobre ed è la prima volta, da quattro decenni, che i maiali neri delle Alpi sono allevati in Svizzera.



I maialini sono più colorati di quanto suggerisce il loro nome. Tre di loro sono neri, come i loro genitori, due hanno strisce marroni e tre hanno un pelo rosa macchiato con macchie scure. Alcuni resteranno a Goldau, ha dichiarato la responsabile del parco Anna Baumann a Keystone-ATS, ripreso da “20 minutes, mentre altri saranno affidati a fattorie privati.

Poco dopo questa nascita, altre si sono verificate nell'Oberland bernese e nel Canton Zurigo, secondo il responsabile del parco di Goldau.



Con le loro gambe lunghe e potenti e corpi robusti, i maiali neri delle Alpi sono tagliati per i pascoli. Se fino a un secolo fa erano presenti in gran numero nella regione alpina, mezzo secolo dopo erano scomparsi quasi completamente. In Svizzera, erano stati osservati in natura per l'ultima volta nei Grigioni, quarant'anni fa.

La loro sopravvivenza è stata resa possibile grazie alla rete "pro Patrimonio Montano" e a degli allevatori dell'Alto Adige, che sono andati a cercare gli ultimi rappresentanti di questa specie in Italia per poi avviare un programma di ripopolazione a cui hanno partecipato diversi enti e privati anche in Svizzera, come appunto il parco naturalistico di Goldau.

Con una superficie di 42 ettari, Goldau Park è un centro di protezione della natura e un'area ricreativa. Fondato nel 1925, ospita oltre un centinaio di specie di animali selvatici europei, molti dei quali sono in via di estinzione.

Guarda anche 

Per Cassis la Svizzera non è una priorità: grazie PLR!

“Non mi sentirete mai dire Switzerland first”. Chi ha pronunciato questa frase? Il manager straniero di una multinazionale? Un soldatino o una soldatina del P...
05.08.2019
Svizzera

Cassis: "Da me non sentirete mai dire che la Svizzera viene per prima"

"Da me non sentirete mai dire Switzerland First": lo afferma il consigliere federale Ignazio Cassis in un intervista pubblicata domenica dal SonntagsBlick, seco...
05.08.2019
Svizzera

Il marito della "zingaraccia" che ha minacciato Salvini: "Ho rubato sì, ma agli svizzeri"

"A Salvini andrebbe tirato un proiettile in testa" è il proposito poco amichevole, ripreso da "Il Giornale", di una zingara residente in Italia...
04.08.2019
Mondo

Svizzera, l’hockey riempie il cuore: per calcio e tennis non c’è gloria

LUGANO – Che l’hockey fosse lo sport nazionale per antonomasia lo si sapeva, che per gli altri sport non ci fosse praticamente storia, però era diffici...
04.08.2019
Sport