Svizzera, 02 marzo 2019

Un noto ex mafioso italo-americano si sarebbe trasferito in Svizzera

Un mafioso pentito e di alto rango di New York si trova attualmente in Svizzera. Si tratta di John Alite, membro del clan Gambino, attivo perlopiù nella costa orientale degli Stati Uniti. Lo si vede in un video che circola su Instagram da venerdì sera, girato da un autista di una società di noleggio auto di lusso, secondo quanto riporta il "20 Minuten", al volante di una Mercedes E63S.

In un'altra immagine pubblicata su Instagram invece l'uomo dà il benvenuto a Ginevra a un conoscente. Ma chi è John Alite ? Ccondannato nel 2008 a 10 anni di carcere per un duplice omicidio, quattro tentati omicidi e vari assalti, ha ricevuto una condanna ridotta per aver testimoniato contro il clan Gambino ed è stato rilasciato dopo 6 anni.



Per motivi di protezione dei dati, l'Ufficio federale di polizia (Fedpol) non commenta i singoli casi, dice "20 Minuten", ma ha ricordato che una persona che ha scontato la sua pena può di nuovo muoversi liberamente, anche in Svizzera.

Il clan Gambino è una delle principali bande italo-americane della Cosa Nostra siciliana a New York. La sua influenza è concentrata principalmente negli Stati Uniti orientali, ma si estende fino alla California. Le sue attività comprendono il racket, la prostituzione, il traffico di droga, le scommesse illegali, i contratti di assassinio, il furto d'auto, la frode, l'evasione fiscale e la gestione dei cantieri.

Guarda anche 

Un'aggressione sessuale al festival jazz gli vale il carcere e l'espulsione

Un cittadino albanese dovrà scontare quattro anni di carcere e verrà in seguito espulso per otto anni dalla Svizzera per aggredito sessualmente una donna du...
22.05.2019
Svizzera

Doppio sì alle urne, UE soddisfatta "ma non ci saranno concessioni"

L'UE ha accolto con soddisfazione il risultato delle votazioni federali svoltesi ieri in Svizzera. Tuttavia Bruxelles non farà nessuna concessione alla Confede...
20.05.2019
Svizzera

"Onore ai ticinesi", "ora so dove passare le mie vacanze". Le reazioni all'indomani del NO ticinese alla Legge sulle armi

Non è passato inosservato il NO del canton Ticino alla nuova legge sulle armi, unico cantone ad avere rifiutato la direttiva UE sulle armi. Il “no” tic...
20.05.2019
Svizzera

Si presenta all'incontro a luci rosse con la figlia di 3 anni, ma ad aspettarlo c'è la polizia

La polizia cantonale di Zurigo ha arrestato un uomo di 44 anni per sospetti atti di pedofilia. L'uomo, residente nel canton Argovia, è sospettato, tra le altre...
20.05.2019
Svizzera