Ticino, 27 febbraio 2019

Fermi tutti, Xenia Peran torna il lizza: il Tribunale Federale ha accolto il ricorso

Fermi tutti. Il Tribunale Federale ha accolto il ricorso di Xenia Peran, la cui candidatura per il Governo tra le file della Lega Verde era stata stralciata. Il nome dell’avvocatessa luganese non era stato accettato perché risultava essere cittadina svizzera residente all’estero e dunque non iscritta al catalogo elettorale di Lugano.

La Peran aveva ricorso contro questa decisione e il TF ha deciso di darle ragione. Le schede elettorali per il Consiglio di Stato, dunque, dovranno essere ristampate su ordine della Cancelleria dello Stato.

Bellinzona assicura che le nuove schede saranno consegnate ai Comuni il più presto possibile.

Guarda anche 

Lugano, disoccupati e persone in assistenza esonerati dalla tassa di cancelleria

Il Municipio di Lugano, nella sua seduta odierna, ha deciso di esonerare i cittadini in disoccupazione e a beneficio di prestazioni assistenziali dal pagamento delle tass...
23.05.2019
Ticino

Boris Bignasca: "La sinistra vuole mettere le mani sulla RSI tramite l'assemblea della CORSI"

La CORSI intende aumentare la propria influenza sia nelle nomine che nei programmi della RSI. È quanto si apprende da un dossier che i vertici della Cooperativa ha...
23.05.2019
Ticino

Corriere del Ticino, licenziamenti in vista

Tira aria pesante nei mass media ticinesi. Dopo la chiusura del Giornale del Popolo nel 2018, ora la scure dei licenziamenti si abbatte sul Corriere del Ticino. Secondo f...
23.05.2019
Ticino

Delitto di Caslano, il nipote alla sbarra per assassinio

In Ticino si terrà prossimamente un altro processo che catalizzerà sicuramente l’attenzione di tutti, per un delitto terribile. Alla sbarra ci sar&agr...
23.05.2019
Ticino