Sport, 16 febbraio 2019

Lugano, una follia formato derby. Ambrì un cuore da playoff

Il derby di ieri sera ha mostrato pregi e difetti delle due compagini ticinesi: i leventinesi ora sono a +5 sulla linea, i bianconeri si giocano tutto domani

AMBRÌ – A mente fredda il derby di ieri sera sicuramente farà ancora più male al Lugano e ancora più bene all’Ambrì… specie dal punto di vista mentale. I bianconeri hanno sprecato due volte un doppio vantaggio, subendo una rimonta e una sconfitta che potrebbe davvero pesare, una sconfitta che potrebbe scombussolare tutti i piani in ottica playoff, una sconfitta che in vista della sfida decisiva di domenica – in casa contro il Ginevra – mette Chiesa e compagni con le spalle al muro.

Sì, perché se vinci 2-0 dopo 5’ in trasferta, e 3-1 dopo 10’, non puoi permetterti di perdere una sfida così delicata e importante. Se segni 4 reti in trasferta non puoi non portare a casa il bottino pieno, o quanto meno qualche punto, se trovi le reti del tuo uomo di punta non puoi farti rimontare come avvenuto ieri sera sotto le volte della Valascia in un match che potrebbe pesare come un macigno, che potrebbe valere un’intera stagione. Ma lo dicevamo: questo Lugano ha diversi problemi da inizio stagione, da settembre va a corrente alternata, dalla prima giornata di campionato sembra un malato che si trascina verso la guarigione che stenta ad arrivare.

Dall’altra parte, invece, l’Ambrì ha mostrato di non dipendere dai suoi uomini faro: ancora una volta Kubalik contro il Lugano è rimasto a secco, nonostante l’assist firmato in occasione del 3-3. I leventinesi però ancora una volta hanno dimostrato di essere un gruppo, di essere squadra, di sapersi aiutare a vicenda anche nei momenti di difficoltà, anche quando si trovano con l’acqua alla gola, sapendosi aggrappare alle reti del solito Hofer, dell’ex di turno Kostner e di quelli che non ti aspetti… a immagine di Jelovac.

A +5 sulla linea i ragazzi di Cereda possono iniziare a sorridere, possono vedere da vicino il traguardo stagionale, ma non dovranno rilassarsi troppo anche in vista della trasferta di questa sera a Langnau. In ogni caso i playoff questo Ambrì se li sta davvero meritando…

Guarda anche 

Una Russia marziana, la Svizzera deve restare ancorata a terra

BRATISLAVA (Slovacchia) – Un famoso luogo comune dell’hockey recita che la Russia è capace del meglio come del peggio, dipende da come la Red Machine s...
20.05.2019
Sport

È un Lugano pronto…a tifare Basilea!

BERNA - Il campionato di Super League è fermo, il pallone questa domenica non rotolerà sui campi del campi del massimo campionato svizzero di calcio, m...
19.05.2019
Sport

Kostner: “Questa Svizzera è da podio”

BRATISLAVA (Slovacchia) – Non sarà certamente un Mondiale da ricordare, quello della Nazionale italiana. Il bilancio, del resto, è lì, tutto da...
20.05.2019
Sport

La strada è tracciata, ma alla Svizzera manca l’ultimo passo

BRATISLAVA (Slovacchia) – Dopo l’incredibile argento di Copenaghen, dopo l’ottimo avvio del Mondiale slovacco, la Svizzera aveva bisogno di capire di ch...
19.05.2019
Sport