Sport, 12 febbraio 2019

Immigrazione clandestina, tesseramenti fittizi e plusvalenze insensate: scoppia il caos nel calcio

In Italia il presidente e l’Amministratore Delegato dello Spezia sono stati inibiti per un anno per violazioni sistematiche in materia di immigrazione clandestina

LA SPEZIA (Italia) – Non si sa a cosa potrà portare, non si sa se potrebbe sollevare un gran polverone oppure gettare nel caos più totale il mondo del calcio, fatto sta che quanto sta accadendo a La Spezia può gettare un’ombra importante su quello che concerne il pallone legato all’immigrazione clandestina.

Il giudice per le indagini preliminari del capoluogo ligure, infatti, sta indagando la società calcistica per violazioni sistematiche delle disposizioni in materia di immigrazione clandestina.

Nell’occhio della giustizia sono finiti l’Amministratore Delegato del club, Luigi Micheli, e il presidente, Stefano Chisoli, così come il numero 1 della società dilettantistica spezzina Valdivara Cinque Terre.
Stando alla Questura di La Spezia “il complesso dell’attività investigativa ha messo in luce l’esistenza di un vero e proprio sistema finalizzato a far giungere e poi permanere in Italia giovani promettenti atleti minorenni, di nazionalità nigeriana, selezionati nella scuola calcio di Abuja”.

Secondo gli inquirenti ci sono stati dei tesseramenti fittizi in alcuni squadre dilettantistiche per poi ricavarne delle plusvalenze da mettere a bilancio.

Guarda anche 

Con mascherine e guanti: il campionato continua!

MANAGUA (Nicaragua) – Mentre in giro per il mondo praticamente tutti i campionati di calcio sono stati sospesi – in Europa fa eccezione al Bielorussia –...
26.03.2020
Sport

“Il coronavirus: come un camion che ti investe. Eroi chi vive in 70mq con tre figli”

BIRMINGHAM (Gbr) – “Ho avuto i primi sintomi settimana scorsa, sono stati giorni difficili in cui ho preso ogni precauzione per non contagiare chi vive con me...
24.03.2020
Sport

Birra in comune e metro affollata: Atalanta-Valencia ha dato il via al contagio incontrollato in Lombardia

BERGAMO (Italia) – È senza dubbio la zona d’Italia più colpita dal coronavirus, quella in cui si contano più infettati e, purtroppo, anch...
22.03.2020
Sport

Coronavirus. In Bielorussia il campionato è partito a porte aperte. Il rimedio? “Bevete tanta vodka e fate la sauna!”

MINSK (Bielorussia) – Fa quasi impressione a dirlo, ma in Bielorussia neanche il coronavirus ferma il calcio: nonostante 51 casi di positività al COVID-19, i...
20.03.2020
Sport