Mondo, 29 gennaio 2019

Germania verso l'addio al carbone entro il 2038: "Sarà il contribuente ticinese a prenderla "sul gobbo""

La Germania vuole dire addio al carbone. E – come riferisce La Regione in un articolo pubblicato ieri – una delle centrali che potrebbero essere spente entro il 2038 porta il logo dell’Azienda Elettrica ticinese (Aet).

La centrale di Lünen, di cui l’Aet è socia al 16%, infatti, pozrebbe chiudere i battenti entro il 2038 dopo l’annuncio del phase out dato dalla Commissione “Wachstum, Strukturwandel un Beschäftigung”, incaricata dal Governo tedesco di redigere il difficile percorso di decarbonizzazione della Germania.

Una misura, quella che la Germania vuole attuare, che secondo il direttore dell’Aet Roberto Pronini avrebbe risvolti positivi in Ticino, in quanto “con l’abbandono tedesco del nucleare nel 2021, la Germania dovrà importare energia dall’estero”, dice al quotidiano.

“È prematuro – dice – dire come la proposta della Commissione tedesca influenzerà l’investimento a Lünen.

“Per le valutazioni sarà anche troppo presto come viene detto nell’articolo, ma il Mago Otelma prevede che l’AET – e quindi il contribuente ticinese – la prenderà “sul gobbo”. E non è certo la prima volta”, commenta su Facebook il consigliere nazionale leghista Lorenzo Quadri.

“Ma che strepitosi successi questi investimenti all’estero – continua –. Ricordarsi che la Lega ed il Mattino si batterono CONTO l’investimento nel carbone di Lünen, naturalmente beccandosi gli strali della casta. La partitocrazia, invece…”.

Guarda anche 

Elezioni Ucraina, il comico Zelenskij presidente con oltre il 70% dei voti: "Tutto è possibile"

Il comico diventato politico Volodimir Zelenskij (nella foto) è riuscito a trasformare il copione in realtà: da tre stagioni interpreta il ruolo d...
22.04.2019
Mondo

Sri Lanka scosso da una serie di esplosioni, centinaia i morti. Colpite chiese e hotel

Pasqua insaguinata in Sri Lanka. Almeso sei esplosioni sono avvenute in tre chiese e tre hotel frequentati in particolare da turisti stranieri. Le esplosioni si s...
21.04.2019
Mondo

Non c'era nessun Russiage. Trump, “Nessuna collusione con la Russia”

“Nessuna collusione fra la campagna di Trump e la Russia”. Il procuratore Generale William Barr, in conferenza stampa, ha confermato che le indagini...
19.04.2019
Mondo

Bimbo di due anni muore strangolato dalla madre "perchè piangeva"

Strangolato dalla madre. Sarebbe morto così il piccolo Gabriele, un bimbo di poco più di due anni, soccorso giovedì dopo un incidente stradale a...
21.04.2019
Mondo