Svizzera, 29 gennaio 2019

Folla al funerale del ragazzo ucciso, pioggia di multe per mancanza di parcheggi

"Sono scandalizzato, è una cosa di una bassezza mai vista" non usa giri di parole una delle persone che ha ricevuto una multa per divieto di sosta dopo essersi recato al funerale del giovane ginevrino rimasto ucciso il 19 gennaio in un alterco. La morte del 22enne aveva causato una viva commozione sulle rive del Lemano e al funerale, tenutosi venerdì scorso, si erano presentate centinaia di persone e molti di questi, giunti in auto, non avevano trovato posto e hanno così parcheggiato in divieto di sosta.

"Centinaia di persone sono venute per partecipare alla cerimonia, hanno parcheggiato dove potevano a causa della mancanza di posti disponibili" racconta Christian Duclos alla Tribune de Geneve. "Nessuna macchina ostacolava il traffico, ma tutti quelli che avevano parcheggiato in diveto di sosta sono stati multati".

Interpellato sulla vicenda, il direttore della Fondazione dei parcheggi, Jean-Yves Goumaz, respinge l'accusa di aver approffittato della situazione. "Abbiamo ricevuto un mandato molto chiaro da parte della città di Ginevra. I nostri agenti non si consultano con i servizi funebri prima di entrare in servizio, ogni situazione di irregolarità viene quindi sanzionata indipendentemente dal contesto" spiega Goumaz.

Guarda anche 

2000 franchi per un piccolo appartamento, locatrice in manette per affitti esorbitanti a migranti clandestini

Faceva pagare 2000 franchi di affitto mensile per un piccolo appartamento, il cui prezzo ufficiale non dovrebbe superare i 1130 franchi al mese. Una proprietaria di immob...
26.10.2020
Svizzera

I diplomatici stranieri in Svizzera non pagano quasi mai le multe

I diplomatici stranieri presenti in Svizzera non esitano ad avvalersi dell'immunità diplomatica per evitare le conseguenze legali delle loro azioni. Perlome...
29.09.2020
Svizzera

Fatturava milioni quando era in vacanza o in malattia, medico condannato e espulso per truffa alle casse malati

Il Tribunale penale dell'Est vaudois ha condannato lunedì un medico francese di origine siriana residente a Vevey (Vaud) a tre anni di carcere, la metà ...
01.09.2020
Svizzera

“Ho visto Schumi e spero che tutti possano vederlo presto”

GLAND – Si rompe di colpo il silenzio sulle condizioni di Michael Schumacher, da sempre protetto dalla famiglia e dagli amici più stretti, dopo il terribile ...
19.07.2020
Sport