Svizzera, 29 gennaio 2019

Folla al funerale del ragazzo ucciso, pioggia di multe per mancanza di parcheggi

"Sono scandalizzato, è una cosa di una bassezza mai vista" non usa giri di parole una delle persone che ha ricevuto una multa per divieto di sosta dopo essersi recato al funerale del giovane ginevrino rimasto ucciso il 19 gennaio in un alterco. La morte del 22enne aveva causato una viva commozione sulle rive del Lemano e al funerale, tenutosi venerdì scorso, si erano presentate centinaia di persone e molti di questi, giunti in auto, non avevano trovato posto e hanno così parcheggiato in divieto di sosta.

"Centinaia di persone sono venute per partecipare alla cerimonia, hanno parcheggiato dove potevano a causa della mancanza di posti disponibili" racconta Christian Duclos alla Tribune de Geneve. "Nessuna macchina ostacolava il traffico, ma tutti quelli che avevano parcheggiato in diveto di sosta sono stati multati".

Interpellato sulla vicenda, il direttore della Fondazione dei parcheggi, Jean-Yves Goumaz, respinge l'accusa di aver approffittato della situazione. "Abbiamo ricevuto un mandato molto chiaro da parte della città di Ginevra. I nostri agenti non si consultano con i servizi funebri prima di entrare in servizio, ogni situazione di irregolarità viene quindi sanzionata indipendentemente dal contesto" spiega Goumaz.

Guarda anche 

Madre compra un coltello a suo figlio, un anno dopo finisce in un'odissea giudiziaria

Comprare un piccolo coltello al figlio di 10 anni è costato caro a Barbara (nome di fantasia), una madre ginevrina, che, a causa del suo acquisto, è finita ...
16.09.2019
Svizzera

Candidato per un partito islamista in Tunisia, vive in Svizzera come rifugiato

In un articolo sulle elezioni in Tunisia, che avranno luogo il prossimo febbraio, il giornale ginevrino "Tribune de Genève" ha pubblicato un inserto dedi...
09.09.2019
Svizzera

"Insultati e denigrati davanti ai colleghi mentre i capi bevono vino", dirigenti FFS accusati di mobbing

Una decina di dipendenti delle FFS ha accusato due superiori di molestie, insulti e minacce di licenziamento. Secondo quanto riferisce la "Tribune de Genève&q...
26.08.2019
Svizzera

Maxi-cantiere a Ginevra, impresa italiana sospettata di dumping sparisce nel nulla causando ritardi e costi milionari

Un'impresa italiana sospettata di sottopagare i propri dipendenti sul cantiere del futuro deposito dell'azienda dei trasporto pubblici di Ginevra (TPG) ha fatto p...
18.07.2019
Svizzera