Magazine, 16 gennaio 2019

Si ammala di tumore alla gola per fumo passivo: viene risarcito

174'000 Euro: ecco la decisione della Cassazione italiana per un lavoratore esposto per 14 anni al fumo delle sigarette dei suoi colleghi

ROMA (Italia) – Ormai fumare nei locali pubblici è vietato da anni e anni, ma in passato non era così: negli uffici, nei bar e nei ristoranti era permesso accendersi una “bionda” e fumarla con serenità in mezzo alle altre persone. Ed è per questo che un impiegato delle Poste italiane, una volta in pensione, si è ammalato di tumore alla gola: dal 1980 al 1994 è stato esposto al fumo dei suoi colleghi.

Una volta diagnosticatogli il tumore alla faringe, lo sfortunato protagonista ha deciso di intraprendere una lotta legale con le Poste Italiane, che lo ha visto vincitore in ogni grado di giudizio, anche in Cassazione perché non ci possono essere state altre cause della sua malattia se non il fumo passivo.

L’ex dipendente, che è stato operato ed è rimasto invalido al 40%, verrà risarcito con 174'000 Euro.

Guarda anche 

Il duello social tra Pio&Amedeo e Fedez…

Via social è scoppiato il botta e risposta tra il duo comico Pio&Amedeo e Fedez. Una scintilla partita giovedì sera durante i Seat Music Awards, dopo un...
12.09.2021
Magazine

«Il mio lato migliore»: boom su Instagram

“E’ sempre meglio passare ai posteriori che ai posteri”. Con questa frase Laura Chiatti ha postato una foto su Instagram che ha lasciato di sasso i suoi...
10.08.2021
Magazine

Michelle Hunziker svela la sua intimità… dal peso al sesso…

Michelle Hunziker ha deciso di alzare il velo, di svelare la sua intimità giocando e rispondendo tramite i social ai suoi followers. La showgirl in costume da bagn...
04.03.2021
Magazine

SanPa spopola su Netflix: i protagonisti bocciano la docu-serie

MILANO (Italia) – È forse la serie tv, o per meglio dire la docu-serie, del momento per quanto riguarda Netflix: nella vicina Italia, subito dopo la sua usci...
07.01.2021
Magazine