Mondo, 04 gennaio 2019

Nave Sea Watch 3: in arrivo il sostegno e le nuove richieste di aprire i porti

“Da 14 giorni la nave attende l’assegnazione di un porto sicuro per le 32 persone, donne, uomini e bambini, salvate del Mediterraneo centrale il 22 dicembre”

LA VALLETTA (Malta) – Sea Watch e Mediterranea sono partite questa mattina con due imbarcazioni da Malta per portare sostegno alla Sea Watch 3 “che ormai da 14 giorni attende l’assegnazione di un porto sicuro per le 32 persone, donne, uomini e bambini, salvate nel Mediterraneo centrale il 22 dicembre”.

Lo si apprende da una nota dell’Alleanza United4Med, nella quale viene spiegato che la missione “ha tra i suoi scopi quello di portare supporto logistico e materiale alla nave, permettere
ai parlamentari tedeschi di rendersi conto della situazione a bordo e spingere gli Stati europei, a cominciare da Malta e dall’Italia a dare un porto sicuro, come il diritto del mare prevede, alle 49 persone soccorse sia dalla Sea Watch 3 che dalla Professor Albrecht di Sea Eye”.

Il comunicato continua chiedendo “ai sindaci delle città d’Europa, alle realtà associative, ad ogni singola persona che crede in un futuro di giustizia e umanità di sostenere queste richieste”.

Guarda anche 

Italia, in Basilicata nuova vittoria del centrodestra. Crolla la sinistra, ancora avanti la Lega

Con oltre il 42% delle preferenze  il candidato del centrodestra Vito Bardi (a destra nella foto) stravince le elezioni regionali in Basilicata, strappandola co...
25.03.2019
Mondo

Revoca della cittadinanza ed espulsione dei terroristi islamici, il Belpaese ci bagna il naso?

Il nome di Abderrhaim Moutaharrik alle nostre latitudini suonerà familiare. Non solo per l’avanzata islamista che ha portato alla diffusione di nomi analoghi...
25.03.2019
Svizzera

Si dicono favorevoli ad accogliere un migrante, ma quando gliene viene messo uno davanti si rifiutano

Curioso e simpatico esperimento quello ideato dall'emittente svedese Samnytt TV. In un reportage intitolato "Le persone vogliono davvero ospitare immigrati a cas...
23.03.2019
Mondo

Benzina, coltello e fascette: il folle piano del senegalese che ha quasi ucciso 51 bambini

Si trattava di un attentato premeditato e pianificato quello di Ousseynou Sy, il senegalese con cittadinanza italiana che ieri ha quasi ucciso 51 bambini dando fuoco a un...
21.03.2019
Mondo
x