Mondo, 01 dicembre 2018

Arresti, scontri e macchine date alle fiamme, la protesta dei "gilet gialli" arriva in Belgio (VIDEO)

Le proteste dei "gilet gialli" della Francia sono arrivate anche in Belgio, con migliaia manifestanti a Bruxelles che sono scesi in strada per chiedere al primo ministro belga Charles Michel di dimettersi.

Migliaia di persone, scese in strada per protestare contro l'aumento del prezzo del carburante, hanno interrotto il traffico e manifestato per le strade per circa tre ore venerdì.

Un totale di 60 persone sono state arrestate prima dell'inizio di qualsiasi violenza, principalmente per aver bloccato strade o perchè trasportavano fuochi d'artificio, secondo quanto riferito dalla polizia.



Le violenze sono avvenute dopo che diverse centinaia di persone hanno marciato verso l'ufficio del primo ministro Charles Michel, chiedendo che si dimettesse. Alcuni hanno lanciato pietre, petardi e cartelli stradali alla polizia, spingendo le forze dell'ordine a rispondere con cannoni ad acqua. Una foto che circolava su Internet mostrava un veicolo della polizia incendiato.

Rispondendo alle dimostrazioni, Michel ha espresso compassione per i problemi finanziari della gente, ma ha osservato che "il denaro non cade dal cielo".



La manifestazione non autorizzata, pubblicizzata principalmente sui social media, è stata ispirata dalle proteste dei "gilet gialli" in Francia contro gli aumenti dei prezzi del carburante imposti dal presidente Emmanuel Macron. Gli aumenti fanno parte degli sforzi del governo per ridurre le emissioni che causano il riscaldamento globale.

Nelle ultime due settimane la Francia è stata colpita da un'ondata di manifestazioni molte delle quali degenerate in scontri con le forze dell'ordine. Le proteste erano particolarmente erano particolarmente violente a Parigi, con la capitale francese paragonata a una zona di guerra mentre i manifestanti hanno dato fuoco a barricate e si sono scontrati con la polizia.

Guarda anche 

L'UE taglia i finanziamenti alle ONG svizzere, rappresaglia di Bruxelles?

Dieci organizzazioni non governative svizzere hanno ricevuto brutte notizie poco prima dello scorso Natale. In effetti, hanno ricevuto una lettera da Bruxelles che li inf...
04.02.2019
Svizzera

Per Macron la Svizzera non è un esempio da seguire, "non è un paese che si porta così bene come molti pensano"

"Non siamo fatti per essere come la Svizzera. Credo fermamente nelle profonde identità dei popoli". Il presidente francese Emmanuel Macron ha invitato al...
01.02.2019
Mondo

Perchè l'Unione europea ha due Parlamenti?

Non è un fatto molto risaputo, probabilmente nemmeno nella stessa Unione europea, che l'UE abbia non una, come praticamente tutti i paesi del mondo, ma bens&ig...
16.01.2019
Mondo

Francesi in piazza contro Macron per la nona settimana di seguito

Marcata da una mobilitazione in crescita rispetto alle scorse manifestazioni, il nono finesettimana di protesta dei gilet gialli è stato nuovamente teatro di scont...
13.01.2019
Mondo