Svizzera, 26 novembre 2018

Rimettono un pedofilo in libertà, lui colpisce di nuovo (per l'ottava volta)

Imprigionato nel 2006 per aver abusato di sette bambini, lo liberano dieci anni dopo e lui colpisce ancora. È successo a Olten, nel canton Soletta. L'uomo, tale William W., era stato liberato nonostante che dopo 239 sedute individuali gli specialisti avevano riscontrato un alto rischio di recidiva.

E a ragione, dato che l'uomo è stato arrestato a Olten per aver molestato un bambino di otto anni. Se anche questa accusa fosse confermata, si tratterebbe dell’ottavo caso. Nel 2006 William W. aveva abusato di una bambina di otto anni, e fu condannato a scontare la pena in prigione e ad un trattamento psichiatrico.

"Si tratta di chiarire se l’imputato ha toccato le parti intime di un bambino di otto anni" ha dichiarato il procuratore Hansjürg Brodbeck alla Sonntagszeitung.

"Quando ho saputo che aveva abusato di un altro bambino, ero sotto shock" ha dichiarato la ex vittima Selina alla SonntagsZeitung. "Ho sempre pensato che avrebbe colpito di nuovo".

William W., dopo il carcere, viveva in un dormitorio, a soli 4 chilometri da Selina. Nonostante portasse la cavigliera elettronica, è stato in grado di muoversi molto liberamente.

Guarda anche 

Un aereo da combattimento francese per l'esercito svizzero?

La consigliera federale Viola Amherd, recentemente eletta a capo del dipartimento della difesa, ha incontrata la sua omologa francese Florence Parly a margine della Confe...
17.02.2019
Svizzera

Quando gli stranieri guadagnano più degli svizzeri

La remunerazione dei lavoratori stranieri solleva in genere il timore di una pressione al ribasso. Ma in alcune attività dell'economia svizzera, gli stranieri ...
16.02.2019
Svizzera

L'immigrazione è aumentata nel 2018 (nonostante l'entrata in vigore dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa)

Nel 2018, oltre 140'000 persone sono immigrate in Svizzera, l'1,7% in più rispetto all'anno precedente. Questo nonostante l'entrata in vigore della...
15.02.2019
Svizzera

"Al Consiglio federale piace farsi prendere in giro dall’Italia? A noi no"

"Sconcerto, ma nessuna sorpresa". La Lega dei Ticinesi, in un comunicato trasmesso ai media, prende posizione sulla risposta del Consiglio federale all'inte...
14.02.2019
Ticino