Sport, 25 novembre 2018

Ambrì scatenato: ora si può davvero sognare

Weekend da 6 punti per i ragazzi di un felicissimo Cereda: la linea è a un passo

AMBRÌ – Un weekend del genere l’Ambrì non lo viveva da molto tempo. Un weekend da 6 punti, un weekend contraddistinto da due vittorie di valore, un weekend in cui i biancoblù hanno tenuto testa anche a formazioni di valore più elevato.

Dopo la vittoria netta e meritata di venerdì, quando a Davos l’Ambrì ha colto il terzo successo su tre incontri contro i grigionesi, guidati da un super Müller, i biancoblù si sono imposti anche contro il Losanna sabato tra le mura amiche: una delle formazioni più in forma dell’intero campionato. I 6 punti ottenuti hanno l’impressione di quei punti che poi a fine stagione davvero contano, che davvero pesano, ma gli effetti si possono vedere fin da subito: la linea è lì a un passo, Ginevra, Lugano e Zurigo restano nel mirino e quindi sognare un posto nei playoff non è più un’utopia.

I leventinesi, a immagine del loro head coach, che ha accolto la vittoria ottenuta contro i vodesi con un urlo tanto liberatorio quanto bello da vedere, hanno mostrato nuovamente non solo un bell’hockey, ma anche carattere, grinta e voglia di lottare, riuscendo con tutta la caparbietà di questo mondo a vincere i duelli decisivi, a conquistare quei dischi fondamentali fino a tramutarli in gol.

Cuore, tenacia e tanta voglia “di arrivare”: l’Ambrì ha ripreso il suo cammino, che sembrava essersi interrotto prima della pausa per la Nazionale. Ora starà a Kubalik e compagni non fermarsi.

Guarda anche 

Svizzera-Lugano-Zugo: Hofmann si racconta. “Ero quasi convinto di restare in bianconero”

MACOLIN – 30 gol e 21 assist in stagione regolare, 2 gol e 2 assist nei playoff. Sono numeri pesanti quelli che Gregory Hofmann si è lasciato alle spalle e c...
25.06.2019
Sport

Ed El Niño se ne va in gondola. L’hockey? Può aspettare

VENEZIA (Italia) – Messi da parte i Mondiali, con la NHL che ha appena chiuso i battenti della stagione con la prima storica vittoria dei St. Louis Blues, con il Dr...
25.06.2019
Sport

“HCAP, troppe competizioni. Lugano, servirà pazienza”

LUGANO/AMBRÌ - Pungente, irriverente (e molto scomodo, a volte), infine mai banale: l’ex giocatore e allenatore ticinese Roberto Mazzetti oggi fa il punto de...
24.06.2019
Sport

Reuille: “Che cosa mi preoccupa? La malvagità degli uomini”

LUGANO - Ben 1030 partite disputate con la maglia del Lugano, una decina di apparizioni in nazionale ed un titolo vinto, sempre con l’HCL, nel 2006. La nostra rubri...
17.06.2019
Ticino