Svizzera, 14 novembre 2018

Anche gli islamisti contro l'iniziativa per l'autodeterminazione, divieti di burqa e minareti a rischio?

Il consiglio centrale islamico svizzero scende in campo nella votazione sull'iniziativa per l'autodeterminazione e invita i cittadini svizzeri a votare no. In un comunicato trasmesso ai media accompagnato da un video in cui il fondatore Nicholas Blanco (nella foto) spiega i motivi del suo rifiuto, gli islamisti sostengono che se l'iniziativa fosse accolta si metterebbero in pericolo i diritti dei musulmani residenti in Svizzera. "Il Consiglio centrale islamico considera l'iniziativa UDC come un primo passo verso la parziale uscita della Svizzera dalla CEDU" si può leggere nel comunicato "la conseguenza sarebbe un sistema politico in cui l'opinione dominante della maggioranza potrebbe annullare per quanto possibile i diritti fondamentali delle minoranze – fra cui i musulmani - e il ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo non sarebbe più possibile".

Nel concreto gli islamisti temono che "diritti" dei musulmani come quello di costruire minareti e portare il burqa sarebbero in pericolo, benchè i minareti siano già vietati in tutta la Svizzera e il burqa in due cantoni. "Le donne musulmane potrebbero non più portare il burqa perché così ha deciso una nuova legge. Immaginate se non dovesse esserci più la possibilità di rivolgersi a un tribunale estero per procedere contro questa follia. Non cercate scuse e andate a votare", spiega Blanco nel video. Che gli islamisti intendano portare questi due divieti davanti alla Corte europea dei diritti dell'uomo per annullare quanto votato dagli elettori svizzeri?
 
Interessante anche come l'associazione islamica avverte che i sondaggi potrebbero non essere rappresentativi delle reali intenzioni di voto. "Il Consiglio centrale islamico teme anche che il numero di sostenitori segreti non dichiarati, come è successo con l'iniziativa sui minareti, sia probabilmente molto maggiore di quanto si possa pensare, in quanto chi risponde ai sondaggi potrebbe dire di rifiutare l'iniziativa per dare l'impressione di essere politicamente corretto" scrivono gli islamisti.

Il video del consiglio centrale islamico, in tedesco, è disponibile su YouTube cliccando qui.

Guarda anche 

Un aereo da combattimento francese per l'esercito svizzero?

La consigliera federale Viola Amherd, recentemente eletta a capo del dipartimento della difesa, ha incontrata la sua omologa francese Florence Parly a margine della Confe...
17.02.2019
Svizzera

Quando gli stranieri guadagnano più degli svizzeri

La remunerazione dei lavoratori stranieri solleva in genere il timore di una pressione al ribasso. Ma in alcune attività dell'economia svizzera, gli stranieri ...
16.02.2019
Svizzera

L'immigrazione è aumentata nel 2018 (nonostante l'entrata in vigore dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa)

Nel 2018, oltre 140'000 persone sono immigrate in Svizzera, l'1,7% in più rispetto all'anno precedente. Questo nonostante l'entrata in vigore della...
15.02.2019
Svizzera

"Vedere la prima testa mozzata non mi ha affato colpita", jihadista "britannica" non si pente di essersi unita all'ISIS (ma vuole comunque tornare)

Shamima Begum (nella foto), partita nel 2015 dal Regno Unito per unirsi al gruppo jihadista ISIS in Siria, ha detto che vuole tornare nel Regno Unito nonostante la sua ma...
15.02.2019
Mondo