Mondo, 07 novembre 2018

Elezioni USA: Senato ai repubblicani e testa a testa alla camera, Trump canta vittoria

Election day ieri negli Stati Uniti dove si votava per rinnovare il parlamento USA. Lo spoglio è ancora in corso ma ci sono già diversi verdetti, il più importante dei quali è che il partito repubblicano manterrà la maggioranza al senato. Più incerto il risultato alla camera anche se è più che è probabile che il partito democratico ne riconquisterà il controllo perso nel 2008.

I democratici sono riusciti infatti a recuperare dei seggi, e ora sono vicini a ottenere la maggioranza. Il primo risultato sembrava premiare i repubblicani, con l'elezione di Hal Rogers. Ma poi la situazione viene rapidamente ribaltata. Donna Shalala, ex ministra della Sanità con Bill Clinton, strappa il 27esimo distretto della Florida ai repubblicani. Stessa sorte in Virginia, dove Jennifer Wexton sconfigge Barbara Comstock.

Ciò che caratterizza queste elezioni è l'avanzata delle minoranze, sulle quali i dem avevano puntato tutto. Non a caso, entra nella storia Ayanna Pressley, prima eletta afroamericana alla Camera dei Rappresentanti in Massachusetts. Stesso discorso per Rashida Tlaib, la prima musulmana eletta al congresso.

Al senato gli occhi erano puntati in particolare sulla Florida e sul Texas, dove in entrambi i casi vincono i candidati repubblicani sul filo del rasoio. I repubblicani resistono anche in Tennessee, con Marsha Blackburn contro il democratico Phil Bredesen. Un colpo mortale per il ribaltamento degli equilibri in Senato.





Ma in ballo non ci sono solo Camera e Senato. I democratici segnano la loro prima vittoria a Guam, dove viene eletta governatrice Lou Leon Guerrero, al posto del repubblicano Eddie Calvo. "Siamo estremamente grati per l'opportunità che ci è stata data di apportare un cambiamento positivo per la nostra gente", ha detto la neo governatrice.

In Georgia, invece, i dati sembrano premiare il repubblicano Brian Kemp, che sarebbe avanti alla democratica Stacey Abrams. Stesso discorso per la Florida, dove trionfa il repubblicano Ron DeSantis, che sconfigge il rivale democratico Andrew Gillum per il quale aveva fatto campagna elettorale anche il presidente Barack Obama.

Nonostante i risultati altalenanti del suo partito e lo spoglio non sia ancora terminato con diversi seggi ancora da assegnare, Trump ha commentato in modo positivo l'elezione. "Eccezionale successo stanotte. Grazie a tutti!".  


Guarda anche 

Trump allo stato dell'Unione: "Gli USA sono un paese fondato sui valori della libertà e dell'indipendenza, non sul controllo e la dominazione dello stato"

Il discorso sullo stato dell’Unione è, allo stesso tempo, un momento di riflessione e di programmazione. Un momento in cui il presidente ameri...
06.02.2019
Mondo

Immigrazione, la vittoria silenziosa della politica di Trump e Salvini

Da una parte il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che sta proseguendo lo shutdown più lungo della storia del Paese pur di ottenere i fondi per l...
17.01.2019
Mondo

Trump minaccia la Turchia di "devastazione economica"

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump domenica ha minacciato la Turchia di un disastro economico, in caso di un attacco ai curdi dopo il ritiro delle truppe americ...
14.01.2019
Mondo

Trump non sarà al WEF di Davos "a causa dell'intransigenza dei democratici", sfuma l'incontro con Maurer

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha cancellato il suo viaggio al World Economic Forum di Davos citando l'impasse in corso con i democratici del Congresso ...
10.01.2019
Mondo