Sport, 05 novembre 2018

Abascal ora alza la voce: “A Lugano qualcuno mi ha tradito!”

L’ex allenatore dei bianconeri si è sfogato: “Non ce l’ho col presidente, ma qualcuno non mi voleva in panchina fin dal primo giorno”

LUGANO – La sua avventura sulla panchina del Lugano è finita a fine settembre, dopo un pareggio per 2-2 maturato in casa col Basilea, e ora Guillermo Abascal ha deciso di raccontare la sua verità sulle colonne del Blick.

“Il presidente aveva chiesto dei punti prima della sfida col Basilea – ha spiegato – Abbiamo pareggiato, recuperando un doppio svantaggio e arrivando a un passo dalla vittoria: la squadra era con me. Ma sapevo che sarei stato esonerato, perché c’era una persona nel club che non mi voleva sulla panchina, non mi voleva lì fin dall’inizio. E non parlo del presidente Renzetti, con lui ho avuto un ottimo rapporto, ma qualcuno mi ha tradito”.

Il tecnico si è sfogato, spiegando che “al termine della
partita eravamo entrambi molto arrabbiati e averlo in panchina mi ha dato fastidio e gli ho detto di lasciarmi allenare, perché avevamo lo stesso obiettivo”.

Abascal non ha voluto fare nomi, ma tutte le indicazioni – così come sostenuto dallo stesso “Blick” – portano a Giovanni Manna, direttore sportivo del Lugano.

“Non sono arrivati esattamente i giocatori che volevo – ha tuonato Abascal – E quelli che sono arrivati non erano pronti da subito: è stato difficile lavorare così, ma resto molto grato a Renzetti per avermi dato la possibilità di lavorare in Super League. Un nuovo impegno in Challenge o Super? Ora guardo qualche partita in Spagna e in Portogallo, ma penso di poter dare qualcosa al calcio svizzero”.

Guarda anche 

YB intrattabile e campione. Per il Lugano non c’è storia

BERNA – Forse la voglia e la fame di chiudere la questione titolo, specie dopo aver abbandonato a sorpresa l’obiettivo doppietta campionato-Coppa Svizzera, ha...
19.04.2021
Sport

Nicole Bullo: “Anche senza l’HCL noi sempre vincenti”

LUGANO - Otto titoli svizzeri in 17 anni con la maglia del Lugano, oltre 250 presenze in rossocrociato, quattro Olimpiadi e undici Mondiali con un bronzo in ciascuna...
19.04.2021
Sport

FCL, l’Europa passa dal Wankdorf

BERNA - Maurizio Jacobacci ha già rimosso la beffa subita in Coppa Svizzera e da mercoledì scorso pensa soltanto alla partita odierna contro lo Young B...
18.04.2021
Sport

Il “piccolo grande” Rappi beffa un fragile Lugano

LUGANO - Inutile girarci in giro: questo Lugano ha perso smalto e sicurezza. E pure la verve dei suoi giocatori migliori, ad immagine degli irric...
18.04.2021
Sport