Sport, 18 ottobre 2018

GALLERY – La Russia non ci sta: “Rivogliamo le ombrelline in pista nei GP di Formula 1”

Galleria fotografica

Si riaccende di conseguenza la polemica sulle grid girls e gli organizzatori della gara di Sochi spingono per riavere le ombrelline sullo schieramento già nel 2019

SOCHI (Russia) – Era stata una delle decisioni prese dai nuovi proprietari della Formula 1, Libery Media, ma evidentemente tale presa di posizione – che già era stata contestata un anno fa – non fa proprio giù agli organizzatori dei GP, specialmente a quelli di Sochi, che già a partire dal 2019 rivogliono le ombrelline in pista e sulla griglia di partenza.

In realtà, già quest’anno, i GP di Monaco, Austria, Italia e proprio Russia hanno fatto delle concessioni alla regola voluta dagli americani che hanno creato i presupposti all’insubordinazione completa per l’anno prossimo: “Credo che la decisione di Liberty sia stata affrettata e abbia infastidito molte persone. L’industria dell’automobile è da sempre stata associata alle belle ragazze”, ha sentenziato Sergei Vorobyov, organizzatore della gara di Sochi.

“Da parte nostra abbiamo subito cercato
di chiarirci con loro: in primis, perché dal punto di vista della sicurezza crediamo sia pericoloso avere tutti quei bambini sullo schieramento. Non da meno, perché le donne russe sono molto belle e noi vogliamo vederle al Gran Premio di casa. Quando i vertici di Liberty Media sono arrivati a Sochi, abbiamo iniziato le trattative: ci sono stati diversi meeting, ma infine abbiamo trovato un accordo”.

A Sochi, come in altre gare, quindi c’è stata una presenza di grid girls e di grid kids, un compromesso temporaneo in attesa di tornare alle vecchie tradizioni: “A gennaio ci saranno gli incontri tra tutti i promotori delle gare, e ci auguriamo di sentire degli aggiornamenti sull’approccio dei vertici della Formula 1, in modo da riavere le ombrelline nel 2019. Se ci sarà davvero un cambiamento, sarà largamente merito di quanto accaduto nel Gp di Russia", ha concluso lo stesso Vorobyov.
Galleria fotografica

Guarda anche 

“Le sanzioni alla Red Bull? Non mi hanno affatto convinto”

LUGANO - Venerdì scorso la Federazione automobilistica internazionale ha deciso di sanzionare la Red Bull per la vicenda del budget cap: 7 milioni di dollari ...
01.11.2022
Sport

Monza, 100 anni: Tragedie e sorrisi ad alta velocità

MONZA (Italia) - Definito il Tempio della velocità, Monza ha compiuto da poco i 100 anni. Immerso negli oltre 800 ettari del parco di Villa reale, è un...
11.09.2022
Sport

“Il Mondiale lo può perdere soltanto Max Verstappen”

LUGANO - Alex Fontana, pilota di casa nostra nonché apprezzato opinionista televisivo (decisamente una spanna sopra gli altri), è convinto ch...
30.08.2022
Sport

Fine di un’epoca: Vettel si ritira a fine stagione

BUDAPEST (Ungheria) – Nel weekend la F1 non si ferma, il calendario del mondo della Formula 1 non conosce soste, e il duello per il titolo iridato si sposta in Ungh...
28.07.2022
Sport