Sport, 15 agosto 2018

Addio alla Nazionale? Lichtsteiner non ci sta: “Sono a disposizione”

Il laterale dell’Arsenal ha detto la sua, rilasciando parole ben diverse da quelle espresse solo pochi giorni fa da Valon Behrami

LONDRA (Gbr) – In principio c’è stata la telefonata di Vladimir Petkovic che ha messo alla porta Valon Behrami dalla Nazionale. Poi c’è stata l’intervista rilasciata dallo stesso centrocampista che ha dipinto come una “scelta politica” la presa di posizione del ct, scatenando un’ondata di polemiche. Da una parte in tanti hanno capito la necessità di svecchiare la Nazionale, dall’altra in molti hanno nuovamente puntato il dito sulla Federazione e sui tanti errori, di comunicazione e non solo, fatti negli ultimi mesi.

Ovviamente entrambe le visioni possono essere giuste e condivisibili. Ma c’è chi, nonostante sia stato additato come un altro possibile esubero da parte del ct, ha comunque tenuto la porta aperta alla Svizzera, stiamo parlando di Stephan Lichtsteiner. L’esterno dell’Arsenal, infatti, in un’intervista rilasciata a “Keystone SDA” ha spiegato: “Ho ancora grandi obiettivi, ambizioni e sogni. Continuerò a dare tutto per il mio paese, poter portare la croce svizzera sul petto è un privilegio e allo stesso tempo una responsabilità. Toccherà all'allenatore decidere, ma io sono a disposizione. Questo vale per me e per gli altri giocatori”.

Guarda anche 

“Messi? Un ragazzino basso e autistico!”

BARCELLONA (Spagna) – Si è sollevato un polverone, e non poteva essere altrimenti, dopo le parole rilasciate da Christophe Dugarry ai microfoni di RMC. L&rsq...
03.07.2020
Sport

È sempre il solito Balotelli: col Brescia volano accuse e denunce

BRESCIA (Italia) – Ci eravamo tanto amati, ma ora… e non è certo una novità quando si parla di Mario Balotelli. Il Bad Boy italiano è to...
03.07.2020
Sport

Finalmente gli attaccanti: Lugano una vittoria che sa di salvezza

LUGANO – C’era un Lugano, quello del pre-COVID, che in casa era stato capace di vincere soltanto due volte (una sola nel 2019) in tutto il campionato. C&rsquo...
02.07.2020
Sport

La Svizzera condannata dalla CEDU per il suicidio di un detenuto

La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) ha accolto il ricorso di una madre il cui figlio si era suicidato nel 2014 nella sua cella di Urdorf, nel canton Zurigo....
02.07.2020
Svizzera