Svizzera, 22 luglio 2018

Violazioni delle norme salariali, Ticino cantone più colpito

Le autorità svizzere infliggono ogni giorno in media sanzioni a 10 imprese per violazioni delle norme salariali. Lo riporta oggi la NZZ che ha ottenuto una lista delle sanzioni della SECO.

Negli ultimi 5 anni sono state 19'000 le sanzioni inflitte . Fra i cantoni più colpiti figura il canton Ticino con il 27% del totale, seguito da Zurigo e Berna.

Nell'elenco di chi ha violato le normi salariali, che fanno parte delle misure di accompagnamento all'accordo con l'Ue sulla libera circolazione delle persone, figurano in gran parte piccole imprese di una trentina di Paesi, ma anche grosse società come ABB, Lidl, Nokia, Bombardier o Bosch.
Oltre un terzo (il 37%) delle imprese fatte oggetto di sanzioni - si va dalle multe che possono raggiungere i 30mila franchi al divieto di offrire servizi, attualmente imposto a oltre 1'400 ditte - erano tedesche, seguite da italiane e svizzere.

Guarda anche 

SONDAGGIO – Super League a 12 squadre: favorevole o contrario?

LUGANO – Non sarà una semplice giornata come le altre quella del 23 novembre per la Super League, infatti i club saranno chiamati a esprimersi sui possibili ...
22.08.2019
Sport

Sfide stellari e incroci da capogiro: ecco le insidie europee del Lugano

LUGANO – Mancano ancora i playoff, mancano 10 giorni al sorteggio che si terrà a Montecarlo il prossimo 30 agosto alle 13, mancano ancora le ultime 21 qualif...
20.08.2019
Sport

20 sconfitte di fila con lui in campo: che disastro per Grealish

BIRMINGHAM (Gbr) – È vero che nel calcio si può vincere ma anche perdere, ma quando si esagera… entra in ballo anche la cabala. Provate a doman...
19.08.2019
Sport

Cantiamo Sottovoce, precursore di Internet e YouTube

Superata con slancio la boa del Cinquantesimo, il Gruppo Cantiamo Sottovoce prosegue il suo cammino alla ricerca del piacere di cantare insiem...
18.08.2019
Ticino