Magazine, 19 luglio 2018

Dal 27 Luglio una mostra tutta Pardo

Il Pardo. Emblema del Festival del Film di Locarno

Venerdì 27 luglio 2018 alle ore 18:00 la fondazione Remo Rossi di Locarno aprirà le porte alla mostra "Il Pardo. Emblema del Festival del Film di Locarno". L’inaugurazione avverrà nella sede della Fondazione Remo Rossi, in via F. Rusca 8, di fronte al PalaCinema.
Di seguito il comunicato

Locarno-  In occasione del 50° anniversario dall’istituzione del “Pardo” quale Gran Premio del Festival Internazionale del Film di Locarno, la Fondazione Remo Rossi presenta la mostra "Il Pardo. Emblema del Festival del Film di Locarno", che verrà inaugurata venerdì 27 luglio 2018 alle ore 18.00 presso la sede della Fondazione Remo Rossi, in Via Rusca 8, nei pressi del PalaCinema di Locarno.

L'esposizione intende in primo luogo rendere omaggio all'opera di Remo Rossi maggiormente nota a livello internazionale e affronta, seppur marginalmente, alcuni aspetti legati all’ambiente politico e culturale in cui egli ebbe ruoli di un certo rilievo. Grazie alla consultazione di alcuni documenti del Fondo del Festival Internazionale del Film di Locarno e dell'Archivio della Fondazione Remo Rossi, alcuni dei quali esposti per l'occasione, si è potuto indagare sulla nascita del "Pardo" come premio della manifestazione festivaliera e sul ruolo ricoperto da Remo Rossi in tale ambito.
La mostra permette ai visitatori di poter ammirare la scultura in bronzo del "Pardo", accanto alla relativa opera in gesso, oltre ad un esemplare del precedente premio del Festival del Film, ovvero la "Vela", risalente al 1961, gentilmente concessa dalla Cinemeccanica di Milano.

Completano la mostra alcuni disegni realizzati dallo scultore locarnese nel corso dei suoi viaggi di studio durante gli anni Sessanta, i quali hanno come soggetto felini e divinità greche, a testimoniare alcune affinità stilistiche con il "Pardo" e in cui è possibile percepire l’intimo bisogno di Remo Rossi di ricollegarsi all’arte antica. Trova una consistenza assai significativa l’analisi accurata che l’artista compie sulle loro posture, oltre all’evidente rimando al leone dello stemma araldico della Città di Locarno, il cui riferimento alla forza e al valore, palesemente esplicitati dalla posizione aggressiva del felino, risulta solo apparentemente smorzato nel “Pardo” di Rossi, che opta per una figura accucciata, ma in evidente stato di all’erta, allo scopo di vegliare sul suo Festival del Film, di cui, in questi 50 anni, è divenuto l’emblema.

Maggiori e più dettagliate informazioni sulla storia del "Pardo" e sul ruolo di Remo Rossi durante alcune edizioni del Festival del Film di Locarno, sono esposte nel catalogo della mostra, curato delle storiche dell'arte Diana Rizzi, Presidente della Fondazione Rossi, e Ilaria Filardi, collaboratrice scientifica. La pubblicazione vanta inoltre un pregevole intervento del presidente di Locarno Festival, Marco Solari, ed è acquistabile presso la sede della Fondazione.

La mostra resterà aperta al pubblico fino a domenica 30 settembre 2018, con i seguenti orari:
mercoledì, giovedì e sabato dalle 9.00 alle 11.30; venerdì dalle 14.00 alle 17.30;

15 agosto, 14 settembre, domenica, lunedì e martedì chiuso.

Si effettuano visite guidate su prenotazione. Entrata gratuita.

Guarda anche 

In ricordo di Silvano Bergonzoli: "Ciao guerriero..."

"La mia più profonda vicinanza, in questo difficile momento, alla moglie Signora Verena, ai figli Anita e Roger, alla sorella Graziella, ai fratelli Ivo e Edo...
31.01.2019
Ticino

Non parlano italiano e non sono integrati, gli danno comunque il passaporto

Non parlano correttamente l'italiano e non hanno familiarizzato con usi e costumi svizzeri eppure gli viene rilasciato il passaporto rossocrociato. È successo ...
29.01.2019
Ticino

City Garden, "per le rimostranze di pochi egoisti si azzoppa la macchina festivaliera"

Il Festival del Film di Locarno non avrà più, a partire dalla prossima edizione, il suo luogo cult. Il City Garden, infatti, è stato cancellato con u...
28.01.2019
Ticino

Silvano Bergonzoli si è spento: La politica ticinese perde un altro pezzo di storia

Per 22 anni in Gran Consiglio e Municipale di Locarno per la Lega dei Ticinesi, Silvano Bergonzoli, storico membro del movimento di Via Monte Boglia, si è spento a...
27.01.2019
Ticino