Sport, 30 giugno 2018

Altro che CR7… il fenomeno lo fa Cavani e porta l’Uruguay ai quarti

La Celeste si è imposta per 2-1 contro il Portogallo, grazie alla bellissima doppietta dell’attaccante del PSG. Nei quarti ci sarà la sfida con la Francia

SOCHI (Russia) – Oggi pomeriggio è toccato a Messi, questa sera a Cristiano Ronaldo: entrambi i fenomeni del calcio mondiale, i fenomeni che militano nella Liga, hanno salutato il Mondiale all’alba degli ottavi di finale. Nella serata di Sochi, il fenomeno vero, infatti, è stato Cavani, autore della doppietta che ha permesso all’Uruguay di battere per 2-1 il Portogallo.

Ma la Celeste, si è visto ancora più chiaramente questa sera, non è solo Cavani-Suarez: quella di Tabarez è una squadra vera e il Portogallo se n’è accorto. È vero, i lusitani sono riusciti a bucare per la prima volta nel 2018 Muslera (rete di testa di Pepe al 55’), ma l’Uruguay si è mostrato più
forte, più compatto, più roccioso e con più fame.

Nelle fasi finali del match, dopo l’infortunio patito da Cavani, Ronaldo e compagni ci hanno provato a rimettere sui giusti binari il risultato, ma nel frattempo lo stesso centravanti del PSG aveva già mostrato numeri da autentico fuoriclasse, mettendo a segno due reti uno più bello dell’altro (7’ e 62’).

Così come avvenuto questo pomeriggio, alla fine, il risultato – al termine di una partita vibrante – ha premiato la squadra che più ha meritato il passaggio del turno: ora la Celeste se la vedrà con la Francia. Per il Portogallo, invece, il sogno di centrare la doppietta Europeo-Mondiale finisce qui.

Guarda anche 

I premi per il Mondiale? Tutti in beneficenza

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Il Canada, per la prima volta da Messico ’86, si è qualificato per il Mondiale di calcio che si terrà da novembre...
05.08.2022
Sport

Altro primato per CR7: è il più insultato sui social

MANCHESTER (Gbr) – Che voglia lasciare lo United, vista l’assenza della Champions League e il rapporto non idilliaco col neo tecnico Ten Hag, è cosa no...
04.08.2022
Sport

Bottani illumina, il Lugano non brilla ma rialza la testa

WINTERTHUR – Per il calcio spettacolo, prego ripassare (non che l’anno scorso il Lugano fosse spumeggiante, in effetti), ma viste le prime due sconfitte in ca...
01.08.2022
Sport

Fabio Schnellmann a 360°: dal velodromo ai Mondiali

LUGANO - Il ciclismo cantonale sta rialzando la testa? Sembrerebbe di sì, anche se non mancano i problemi, e ci riferiamo alla mancanza di corse e pure di cor...
31.07.2022
Sport