Sport, 30 giugno 2018

Altro che CR7… il fenomeno lo fa Cavani e porta l’Uruguay ai quarti

La Celeste si è imposta per 2-1 contro il Portogallo, grazie alla bellissima doppietta dell’attaccante del PSG. Nei quarti ci sarà la sfida con la Francia

SOCHI (Russia) – Oggi pomeriggio è toccato a Messi, questa sera a Cristiano Ronaldo: entrambi i fenomeni del calcio mondiale, i fenomeni che militano nella Liga, hanno salutato il Mondiale all’alba degli ottavi di finale. Nella serata di Sochi, il fenomeno vero, infatti, è stato Cavani, autore della doppietta che ha permesso all’Uruguay di battere per 2-1 il Portogallo.

Ma la Celeste, si è visto ancora più chiaramente questa sera, non è solo Cavani-Suarez: quella di Tabarez è una squadra vera e il Portogallo se n’è accorto. È vero, i lusitani sono riusciti a bucare per la prima volta nel 2018 Muslera (rete di testa di Pepe al 55’), ma l’Uruguay si è mostrato più forte, più compatto, più roccioso e con più fame.

Nelle fasi finali del match, dopo l’infortunio patito da Cavani, Ronaldo e compagni ci hanno provato a rimettere sui giusti binari il risultato, ma nel frattempo lo stesso centravanti del PSG aveva già mostrato numeri da autentico fuoriclasse, mettendo a segno due reti uno più bello dell’altro (7’ e 62’).

Così come avvenuto questo pomeriggio, alla fine, il risultato – al termine di una partita vibrante – ha premiato la squadra che più ha meritato il passaggio del turno: ora la Celeste se la vedrà con la Francia. Per il Portogallo, invece, il sogno di centrare la doppietta Europeo-Mondiale finisce qui.

Guarda anche 

La fine di un’epoca: Jorge Lorenzo si è ritirato!

VALENCIA (Spagna) – Sulla pista che gli permise di laurearsi per l’ultima volta Campione del Mondo della MotoGP, nel 2015,  Jorge Lorenzo correrà ...
14.11.2019
Sport

Jorge Lorenzo al passo di addio: oggi alle 15 annuncerà il ritiro?

VALENCIA (Spagna) - Fulmine a ciel sereno nel circuito del Motomondiale alla vigilia dell'ultimo weekend di gare della stagione: Jorge Lorenzo ha indetto una conferen...
14.11.2019
Sport

“Ciao Los Angeles. Ora torna a guardare il baseball”. Il sobrio saluto di Ibrahimovic alla MLS

LOS ANGELES (USA) - Mai banale neanche quando si tratta di presentare il suo saluto a un campionato che lo ha accolto a braccia aperte, a una squadra che lo ha trattato c...
14.11.2019
Sport

Asprilla da paura: “Un narcos mi ha chiesto l’autorizzazione per uccidere Chilavert”

MEDELLIN (Colombia) – Non ha avuto certo una vita noiosa Faustino Asprilla, storico attaccante della Colombia degli anni ’90 che ha vestito anche la maglia de...
14.11.2019
Sport