Sport, 27 giugno 2018

VIDEO – La notte folle di Maradona tra balli, esultanze, insulti e un leggero malore

El Pibe de Oro, presente ieri sulle tribune di San Pietroburgo per Nigeria-Argentina, ha dato il “meglio” di sé per tutti i 90’ e oltre

SAN PIETROBURGO (Russia) – L’Argentina non vince un Mondiale dall’86… quando a trascinarla sul tetto del mondo ci pensò lui, anche con la famosa “Mano de Dios”: Diego Armando Maradona. El Pibe de Oro nel suo Paese è considerato un Dio, e Maradona non si perde mai una partita della sua Albiceleste.

Figuriamoci una sfida che possa significare permanenza o eliminazione della sua amata nazionale. Così Maradona ieri sera ha presenziato a Nigeria-Argentina… e non è certo passato inosservato.
/>
Prima del match, sulle tribune, ha ballato con una tifosa nigeriana molto felice e divertita, poi ha sofferto per tutti i 90’, festeggiando al gol di Messi, soffrendo e quasi addormentandosi dopo, fino a gesticolare – con tanto di dito medio alzato – nei confronti degli altri tifosi al momento della rete decisiva di Rojo.

Ma la sua serata non è finita qui: terminata la partita, Maradona si è sentito male, è stato accompagnato a braccio in infermeria, prima di essere trasferito in ospedale…

Guarda anche 

Cornaredo a tinte nerazzurre: in estate ci sarà l’Inter

LUGANO – Niente montagne, niente Trentino e soprattutto niente Pinetina: l’Inter quest’estate resterà senza il proprio quartier generale per prep...
25.03.2019
Sport

Primo tempo da dimenticare, poi la Svizzera cambia marcia

TBLISI - Chi pensava che la Georgia potesse davvero impensierire la Svizzera nella prima partita di qualificazione agli Europei del prossimo anno è stato serv...
24.03.2019
Sport

Il Valencia nei guai… per colpa di Batman!

VALENCIA (Spagna) – Si prospettano giorni non esattamente sereni per il Valencia, che lo scorso 18 marzo ha festeggiato 100 anni. Per l’occasione il club ha i...
22.03.2019
Sport

Roba da non credere: perde la Nazionale… per il traffico

ROMA (Italia) – Indossare la maglia della Nazionale, della propria Nazionale, è un onore per tutti i calciatori. Ma il portiere della Lazio, Strakosha, dovr&...
21.03.2019
Sport
x