Sport, 27 giugno 2018

VIDEO – La notte folle di Maradona tra balli, esultanze, insulti e un leggero malore

El Pibe de Oro, presente ieri sulle tribune di San Pietroburgo per Nigeria-Argentina, ha dato il “meglio” di sé per tutti i 90’ e oltre

SAN PIETROBURGO (Russia) – L’Argentina non vince un Mondiale dall’86… quando a trascinarla sul tetto del mondo ci pensò lui, anche con la famosa “Mano de Dios”: Diego Armando Maradona. El Pibe de Oro nel suo Paese è considerato un Dio, e Maradona non si perde mai una partita della sua Albiceleste.

Figuriamoci una sfida che possa significare permanenza o eliminazione della sua amata nazionale. Così Maradona ieri sera ha presenziato a Nigeria-Argentina… e non è certo passato inosservato.

Prima del match, sulle tribune, ha ballato con una tifosa nigeriana molto felice e divertita, poi ha sofferto per tutti i 90’, festeggiando al gol di Messi, soffrendo e quasi addormentandosi dopo, fino a gesticolare – con tanto di dito medio alzato – nei confronti degli altri tifosi al momento della rete decisiva di Rojo.

Ma la sua serata non è finita qui: terminata la partita, Maradona si è sentito male, è stato accompagnato a braccio in infermeria, prima di essere trasferito in ospedale…

Guarda anche 

Pronti, partenza… via: il treno del Lugano è pronto a mettersi in moto

ZURIGO – Un po’ tutti abbiamo negli occhi la splendida, intensa e travagliata cavalcata che lo scorso anno permise al Lugano di conquistare la terza piazza in...
21.07.2019
Sport

Lotta e sconfigge due volte il cancro: firma un contratto con clausola di 70'000'000 col club del suo cuore

BILBAO (Spagna) – Rinnovo contrattuale con clausola rescissoria fissata a 70'000'000 di Euro. E dov’è la novità vi chiederete… in...
19.07.2019
Sport

“Mi era stato detto che i napotelani erano razzisti, vedo che è vero”: lo sfogo della compagna di Malcuit

NAPOLI (Italia) – Soltanto una settimana fa la FIFA ha deciso di rendere ancora più severe le leggi contro il razzismo negli stadi: pene raddoppiate e partit...
18.07.2019
Sport

VIDEO – A 14 anni lancia un appello a Mihajlovic: “Ho la leucemia, ti aspetto in ospedale e vinciamo assieme questa battaglia”

BOLOGNA (Italia) – “Da martedì sarò in ospedale, non vedo l’ora di cominciare, perché prima comincio e prima finisco”. Cos&ig...
16.07.2019
Sport