Sport, 23 giugno 2018

Kroos salvatore della patria: la Germania può respirare

Un rete al 95’ del centrocampista del Real Madrid ha permesso ai teutonici di battere per 2-1 la Svezia

SOCHI (Russia) – Incredibile, da batticuore! La Germania era praticamente eliminata, fino al 95’ della sfida giocata contro la Svezia, ovvero fino al calcio di punizione calciato da Kross che ha battuto Olsen regalando alla sua nazionale la vittoria per 2-1.

Una vittoria fondamentale in ottica qualificazione, dopo la sconfitta subita contro il Messico. E pensare che la Svezia era passata in vantaggio con Toivonen al 32’, prima di subire il pareggio di Reus in apertura di ripresa: il vero match point, però, gli scandinavi l’hanno
avuto negli ultimi 10’ quando Boateng ha ricevuto il secondo cartellino giallo.

Olsen e compagni, però, non ne hanno approfittato, concedendo ancora il fianco ai tedeschi che, arruffoni ma caparbi, si sono aggrappati al loro campione: Kross. Il centrocampista del Real, al 95’, ha sfruttato una punizione per segnare quel gol liberatorio che, se da un lato ha riaperto completamente il girone, dall’altro potrebbe cambiare del tutto il Mondiale della Mannschaft.

Ora nella terza partita tutto può ancora succede.

Guarda anche 

Lugano brutto e confuso. La serie nera continua

LUGANO - Una settimana oltre modo difficile si è conclusa con una sconfitta pernulla inattesa. Il nervosismo di Jacobacci durante la confe...
09.05.2021
Sport

Mascherine, tamponi e distanze sociali? L’Inter è campione e a Milano succede di tutto…

MILANO (Italia) – Era solo questione di giorni o di ore e ieri pomeriggio, col pareggio maturato a Reggio Emilia tra Sassuolo e Atalanta è diventato realt&ag...
03.05.2021
Sport

Lugano, tra rigori e polemiche… la benzina è finita?

ZURIGO – Doveva essere la partita della svolta, del rilancio delle ambizioni europee… è diventata quella della disfatta. Certo, non è questo il...
03.05.2021
Sport

1992, grande sorpresa: Danimarca campione!

A quegli Europei per lei trionfali la Danimarca non avrebbe dovuto esserci. Nelle qualificazioni era stata preceduta dalla Jugoslavia di Savicevic, Boban e di Suke...
07.05.2021
Sport