Sport, 20 giugno 2018

“Un invito a cena di CR7? Rifiutatelo!”, parola di Evra

Il terzino francese ha raccontato alcuni retroscena relativi al suo ex compagno di squadra ai tempi del Manchester United: “È una macchina”

MOSCA (Russia) – È forse il giocatore più ammirato, sicuramente quello più “desiderato” dal gentil sesso, ma… “se Cristiano Ronaldo vi invita cena… rifiutate l’invito!”. Parola di Patrice Evra che, durante un’intervista rilasciata a ITV Sport, ha raccontato alcuni aneddoti relativi agli anni di convivenza col fenomeno portoghese, quando entrambi vestivano la maglia del Manchester United.

“Voglio dare un consiglio a chiunque riceva un invito a cena da parte di Cristiano Ronaldo: non ci andate per nessun motivo, non lo fate. Una volta andai a mangiare da lui dopo l'allenamento, ero stanchissimo. Mi siedo al tavolo e c'erano solo insalata e pollo. Solo acqua, niente bibite. Iniziamo a mangiare e credevo che dopo avrebbe portato altro, ma niente...”. Il racconto dell’ex juventino non si è fermato qui: “Cristiano finisce in pochissimo tempo di mangiare, si alza e comincia a giocare con un pallone. Mi dice di alzarmi e di fare qualche scambio al volo, gli chiedo se posso almeno finire di mangiare. Poi lo accontento e dopo pochi minuti mi dice di andare in piscina. A quel punto mi fa: “Ma siamo venuti qui per mangiare o perché domani abbiamo una partita?”. Ecco perché non consiglierei a nessuno di andare a cena da Cristiano: è una macchina che non vuole mai smettere di allenarsi”.

Evra ha poi raccontato un altro episodio divertente: “"Una volta perse a ping pong contro Rio Ferdinand. Noi abbiamo iniziato ad esultare ma abbiamo notato che Cristiano era molto infastidito dalla cosa. Così mandò immediatamente il cugino a comprare un tavolo da ping pong. Si allenò per due settimane ininterrottamente, poi sfidò nuovamente Rio Ferdinand e vinse davanti a tutti. Questo è Cristiano Ronaldo e non mi sorprendo della sua voglia di continuare a vincere altri Palloni d'Oro e di conquistare il Mondiale”, ha concluso.

Guarda anche 

Lugano da pazzi: 15’ di follia che costano punti e serenità

LUCERNA – È proprio vero. Il calcio è strano, il calcio è vario, il calcio è bello perché in pochi istanti può cambiare tu...
13.07.2020
Sport

Pazzesco Bale: non gioca e si mette a dormire in panchina!

MADRID (Spagna) – Che sia di fatto un separato in casa lo si era capito da mesi, che il suo futuro non sarà più con la maglia del Real addosso anche, ...
12.07.2020
Sport

Paulo Henrique Andrioli: “A Lugano ho lasciato il cuore. Grecia? Passione e ossessione”

È un freddo mattino del 2 febbraio 1992. Stadio di Cornaredo, Lugano ha ripreso da alcuni giorni preparazione la seconda fase del massimo campionato &E...
12.07.2020
Sport

Coronavirus: lo Zurigo fa tremare la Super League. Rischio fallimento?

ZURIGO – Si sta allargando a macchia d’olio la presenza del COVID-19 nel massimo campionato svizzero di calcio – e non solo, visto che anche la Challeng...
12.07.2020
Sport