Svizzera, 22 luglio 2023

Dei rom ucraini accusati di abusare dello Statuto S

“Approfittano di una situazione tragica!” Un ucraino ben consapevole del dossier di asilo in Svizzera è indignato per il comportamento di alcuni suoi connazionali, in particolare rom della Transcarpazia (sud-ovest), una regione lontana dalle zone di conflitto. “Vengono in Svizzera solo per prendere i soldi e poi tornano a casa. Quello che mi dà fastidio, aggiunge, è che la Svizzera riconosca loro lo status S al loro ritorno».

Come riporta il portale “20 minuten”, diverse fonti confermano un aumento delle richieste di Statuto S da parte di questa comunità. “Incassano i soldi e poi tornano in Ucraina o nei paesi di confine”, osserva un informatore. “Una volta esaurita la somma, tornano. A loro interessa solo il denaro. Della protezione, a loro non importa. Stiamo ancora parlando di 2500 a 3500 fr. per famiglia”. Un bella somma, se paragonata allo stipendio medio ucraino pari a 368 fr. al mese.



Interpellata, la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) assicura attenta che non ci siano abusi. “L'esame di un'eventuale nuova concessione dello status di protezione S viene effettuato caso per caso. I criteri di esame applicabili ai Rom sono gli stessi di tutte le altre persone che cercano protezione”.

Guarda anche 

La Svizzera verserà 20 milioni di franchi all'Italia per gestire i migranti

La collaborazione tra Svizzera e Italia non è delle migliori, in particolare se si pensa che Roma si rifiuta di rispettare gli accordi di Dublino per il trasferime...
19.05.2024
Svizzera

“Si anticipi la costruzione del nuovo asilo di Lugano”

La realizzazione di un nuovo asilo nido a Lugano deve avvenire al più presto. Ne sono convinti un gruppo di consiglieri comunali della Lega dei Ticinesi (Andrea Sa...
14.05.2024
Ticino

Parcheggia il Suv sul marciapiede davanti al ristorante: si ritrova il cofano “apparecchiato”

ROMA (Italia) – Apparecchiato per due, con tanto di fiorellino al centro. E un biglietto d’accompagnamento, con parole non tanto al miele. È ciò...
16.05.2024
Magazine

L'inasprimento dell'asilo di Beat Jans in gran parte irrealizzato

Appena entrato in funzione come direttore del dipartimento di Giustizia e Polizia il Consigliere federale socialista Beat Jans aveva annunciato una stretta in materia di ...
12.05.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto