Ticino, 23 maggio 2023

Aurigeno, il killer "al limite della sopportazione"

Emergono nuovi e inquietanti dettagli circa il dramma di Aurigeno, dove lo scorso 11 maggio un 42enne ha ucciso a colpi di pistola il custode del centro scolastico. Come riportato da Tio, pochi giorni prima di compiere l’omicidio, il killer avrebbe confidato ad alcuni amici di “essere al limite della sopportazione”. Non avrebbe gradito, in particolare, il comportamento che l’ex compagna gli riservava. 


A tormentare ulteriormente il 42enne anche alcune difficoltà economiche. Ma non è la sola novità. Stando al racconto di alcuni conoscenti, il killer aveva ricevuto dei messaggi di scherno per la nuova relazione della ex. Nella vicenda si inserisce anche un messaggio audio particolare, quello che il figlio 20enne della donna contesa manda al padre, primo marito.

Il giovane – riporta Tio – chiede al padre una pistola softair aggiungendo “ci siamo capiti”. Il tutto il giorno successivo alla pubblicazione di una foto in spiaggia che ritrae la vittima in compagnia della donna in riva al mare. È stato proprio il padre a rendere nota la vicenda agli inquirenti. Interpellato dal portale, l’uomo sostiene di non aver mai avuto una pistola softair.

Guarda anche 

Chiasso, decreto d'accusa per abuso di autorità nei confronti di un poliziotto

Decreto d'accusa per abuso di autorità nei confronti di un poliziotto della Comunale di Chiasso che, il 15 aprile scorso, ha partecipato a un intervent...
30.05.2023
Ticino

Rapine a Como: gli autori sono tre richiedenti l'asilo soggiornanti in Svizzera

Tre richiedenti l’asilo soggiornanti in Svizzera sono stati arrestati sabato pomeriggio a Como per aver rapinato un giovane svizzero nel pieno centro di Como nel...
30.05.2023
Ticino

Furti nei veicoli: quattro arresti nel Mendrisiotto

Il Ministero pubblico e la Polizia cantonale comunicano che negli scorsi giorni sono stati arrestati 4 richiedenti l'asilo soggiornanti presso il Centro federale d...
26.05.2023
Ticino

Oltre il 47% dei medici di confine pensa alle dimissioni o a un impiego in Svizzera

La Svizzera come speranza. La metà dei medici in forze negli ospedali di confine - stando a quanto presentato dalla Fadoi al congresso nazionale - sta pensando ...
26.05.2023
Ticino