Svizzera, 10 novembre 2022

Il Consiglio federale prolunga lo Status S degli ucraini fino a marzo 2024

"Lo status di protezione di cui godono i rifugiati ucraini sarà mantenuto fino a quando il Consiglio federale deciderà di non revocarlo. E non sarà revocato prima del 4 marzo 2024", ha annunciato mercoledì il ministro della Giustizia Karin Keller-Sutter. Questo a meno che la situazione sul campo non cambi radicalmente, ha detto.

Karin Keller-Sutter ha annunciato che finora 67'000 rifugiati hanno ottenuto questo status di protezione in Svizzera. Inoltre, il 14% dei rifugiati ucraini lavora, una cifra bassa ma "non così negativa" se confrontata con i dati dell'UE, ha sottolineato. Ha sottolineato la barriera linguistica e ha affermato che spetta anche al settore privato formare i rifugiati per far fronte alla carenza di manodopera qualificata.



Il Ministro della Giustizia si è rifiutato di parlare di crisi: "Una crisi è quando la situazione è fuori controllo", ha detto. Ma riconosce che la situazione è difficile perché oltre agli ucraini bisogna gestire altri richiedenti asilo. "La sfida più grande non è la sistemazione, ma il reperimento e l'assunzione di personale, perché siamo in concorrenza con il settore privato, soprattutto per quanto riguarda insegnanti, psicologi, ecc”.

Il Consiglio federale, ha continuato “KKS”, sta lavorando con i cantoni e i comuni per preparare il terreno per una rapida revoca dello status S non appena la situazione in Ucraina lo consentirà. "Le persone interessate saranno poi incoraggiate a tornare a casa rapidamente attraverso incentivi mirati". Karin Keller-Sutter ha parlato di un pagamento una tantum di 500 franchi a persona. Alla fine di ottobre, 6394 ucraini avevano lasciato definitivamente la Svizzera, 1916 dei quali avevano ricevuto assistenza per il rimpatrio.

Guarda anche 

I Verdi vogliono regalare delle turbine previste per la Svizzera all'Ucraina

Alla fine di settembre, il Consiglio federale ha deciso di costruire una centrale elettrica di emergenza a Birr (AG) per un costo di 470 milioni di franchi. La central...
21.11.2022
Svizzera

Politici di destra e di sinistra chiedono un inasprimento dell'asilo

Nel corso degli ultimi mesi, la pressione migratoria è aumentata in Svizzera. A ottobre, la Confederazione ha registrato 3'208 domande di asilo da parte di ...
20.11.2022
Svizzera

"Le affermazioni di Zelensky sul missile caduto in Polonia minano la sua credibilità"

Martedì 15 novembre, un missile ha colpito il villaggio polacco di Przewodow, a pochi chilometri dal confine ucraino, uccidendo due civili. Immediatamente si sono ...
18.11.2022
Mondo

Altri milioni per accogliere i finti rifugiati!? No, ora basta: le risorse servono al ceto medio

Durante la scorsa sessione, il gran consiglio ha bocciato il rapporto di maggioranza di Andrea Censi sulla Petizione del 10 dicembre 2019 presentata da 12 associazioni e ...
08.11.2022
Opinioni