Sport, 30 agosto 2022

Renato Steffen è del Lugano

Colpo di mercato per l’FC Lugano: a Cornaredo approda infatti con un contratto triennale (fino al 30 giugno 2025) il nazionale rossocrociato Renato Steffen. Il 30enne laterale offensivo (nato ad Aarau il 3 novembre 1991) rappresenta un rinforzo di lusso per la squadra di Mattia Croci-Torti. Decisamente ricco e di spessore, il suo curriculum. Dopo aver esordito nel calcio professionistico con il Soletta, Steffen fa il salto in Super League al Thun, per una stagione. Nel 2013 lo preleva lo Young Boys. Dopo due stagioni e mezzo con i gialloneri, nel gennaio del 2016 si trasferisce al Basilea, dove resta due anni. Al St. Jakob Park vince due titoli (2016 e 2017) e una Coppa Svizzera (2017), prima del prestigioso approdo in Bundesliga, nelle file del Wolfsburg. 


Con i “verdi” del club campione di Bundesliga nel 2009 (con gli elvetici Diego Benaglio e Ricardo Rodriguez) ha disputato le ultime quattro stagioni e mezzo (complessivamente in Germania vanta 144 presenze condite da 18 reti). Con la maglia della Svizzera con la quale conta di prendere parte ai Mondiali 2022 in Qatar, Renato Steffen ha collezionato 25 presenze (ha 1 gol all’attivo, messo a segno il 12 ottobre 2021 contro la Lituania nelle qualificazioni alla prossima rassegna iridata). Il suo debutto rossocrociato è datato 9 ottobre 2015, contro San Marino, nelle qualificazioni agli Europei 2016 in Francia.

«Le qualità di Renato Steffen – commenta il direttore sportivo dell’FC Lugano Carlos Da Silva – sono note a tutti. Siamo molto felici di aver convinto della bontà del nostro progetto il calciatore e l’uomo Renato Steffen. È un giocatore dalla spiccata vocazione offensiva, forte nell’uno contro uno. Porta in squadra una notevole esperienza maturata anche in ambito internazionale. Si è detto pronto a rivestire un ruolo importante all’interno dello spogliatoio, come punto di riferimento per i compagni nonché esempio per i più giovani del gruppo. Renato è ambizioso e ha degli obiettivi molto chiari, in linea con quelli dell’FC Lugano».

Guarda anche 

Spuntata e senza Shaqiri. La Svizzera fa il compitino, ma il Brasile ci castiga

DOHA (Qatar) – La vittoria colta all’esordio del Mondiale qatariota, forse, ci aveva un po’ illusi. Sì perché della sfida contro il Cameru...
29.11.2022
Sport

Fra il serio e il faceto, i voti ai protagonisti della settimana mondiale

LUGANO - FIFA: penosa conferenza stampa di inaugurazione di capataz Gianni Infantino (detto Al Infanthin), ahinoi candidato unico alla riconferma, e penose anch...
28.11.2022
Sport

“Mio padre, l’uomo che zittì 200 mila tifosi brasiliani”

LUGANO - Negli ultimi decenni il calcio ha perso moltissimo in Uruguay: le squadre professioniste sono quasi tutte in default, e i settori giovanili devono affidarsi...
28.11.2022
Sport

“Io che ho battuto il grande Brasile”

LUGANO - Stéphane Chapuisat è considerato uno dei migliori attaccanti svizzeri di tutti i tempi. I numeri sono eloquenti: ha vinto una Champions L...
28.11.2022
Sport