Sport, 05 gennaio 2022

«Non tutti sono Novak Djokovic». La polemica in Australia non intende calmarsi

Lo Slam australiano, nel frattempo, rifiuta un giocatore non vaccinato

MELBOURNE (Australia) – Negli ultimi giorni è sicuramente uno dei temi più discussi in ambito sportivo e non solo: la scelta di far partecipare Novak Djokovic agli Australian Open non è andata giù a diversi e, anche sui social, lo scontro è stato netto tra i pro vaccino e i no vax. Il tennista, infatti, è sempre stato restio nei confronti del vaccino anti covid, ma è stato comunque accettato da Tennis Australia grazie a un’esenzione vaccinale, dovuta a presunti problemi del serbo, che – a onor del vero – lo stesso Nole farebbe bene a chiarire per rendere più limpida la sua immagine e quella della federtennis australiana.
 
Sono in tanti ad apparire perplessi in merito a questo annuncio e c’è chi vuole maggiori garanzie anche in merito alle pari opportunità dei vari tennisti. In Australia, infatti, è stato messo in atto un precedente pesante e nelle ultime ore si è palesato un pesante paragone.
 
Gli organizzatori del primo Slam stagionale, infatti, hanno rifiutato un tennista non munito di vaccino:
il giovane talento Aman Dahiya, 17enne indiano, doveva partecipare agli Australian Open 2022. La legge indiana non prevedeva il vaccino per gli Under 18 – soltanto in questi giorni le cose sono cambiate –  e solo per questo motivo Dahiya non si è vaccinato. Gli organizzatori, però, non hanno voluto sentire ragioni e l’agente del tennista non si è tirato indietro: “Aman ha ottenuto il visto per l’Australia, ma gli organizzatori sono stati decisi e non ne hanno voluto sapere, i vaccinati non potevano entrare. Abbiamo spiegato che in India non era legale vaccinare gli Under 18, ma è stato inutile”.
 
Un caso che stride completamente con quanto invece avvenuto con Novak Djokovic, anche se il direttore del torneo, Tiley, ha affermato che "26 giocatori o membri dello staff hanno ricevuto l'esenzione". Emblematiche anche le parole di Jamie Murray, fratello di Andy e doppista britannico rilasciate ai margini dell’ATP Cup: “Se non mi fossi vaccinato, credo che l’esenzione medica non l’avrei ottenuta…”.

Guarda anche 

La SSR condannata per aver censurato dei commenti anti-Covid

Il Tribunale federale (TF) ha dato ragione a un'internauta svittese che ha deciso di lottare fino in fondo dopo che un suo commento sull'account Instagram dell...
30.11.2022
Svizzera

Corrispondente della televisione romanda in Cina arrestato appena dopo una diretta TV

Domenica, l'edizione serale del telegiornale della televisione romanda (RTS) è stato marcato da una scena inedita. La presentatrice Jennifer Covo ha raggiun...
28.11.2022
Mondo

Wawrinka e quella lite con Mirka: “Per fortuna non c’erano telecamere nel tunnel…”

GINEVRA – Sono trascorsi otto anni da un episodio decisamente colorito che vide come protagonisti Wawrinka, Federer e sua moglie Mirka. Parliamo ovviamente del liti...
13.11.2022
Sport

Rune vince a Parigi? Federer si tiene stretto un record

PARIGI (Francia) – Non è stata una vera e propria sorpresa, perché Holger Rune è ormai sulla cresta dell’onda del circuito tennistico, st...
10.11.2022
Sport