Sport, 03 dicembre 2021

Ibra a 360 gradi, dalla timidezza agli avversari che entrano per far male

Zlatan Ibrahimovic era un ragazzo timido con le ragazze e isolato quando era bambino perchè diverso. Ricorda la nascita dei figli come la più grande emozione e quando uno dei due aveva nostalgia di lui voleva lasciare il calcio per raggiungerlo. 

Da un'intervista al Corriere della Sera emerge un calciatore inedito e lontano da quello che si conosce, ma poi torna il personaggio noto a tutti: se è arrabbiato gioca meglio rispetto a quando è felice, non pensa in svedese perchè è
una lingua troppo gentile.

Il campione si è raccontato, tornando alla morte del fratello di leucemia e alle lacrime versate dal padre da solo al cimitero. Il papà aiutava i rifugiati e soffriva per la guerra, ha detto lo svedese. Che dell'esperienza a Sanremo cita Amadeus che gli disse di guidare anche se era nervoso, di Berlusconi dice che è simpatico, 

Degli avversari, Maldini sapeva come far male ma lo evitava, mentre Materazzi entrava da dietro per far male. 

Guarda anche 

Lugano-Ambrì, un derby da brivido tra infortuni e arbitraggi da paura

LUGANO – Ci risiamo. Rieccoci. Per la sesta volta in stagione, questa sera, Lugano e Ambrì si ritroveranno una di fronte all’altra, questa volta all...
27.01.2022
Sport

Ciao Vlahovic: la Fiorentina ricopre d’oro il Basilea

BASILEA – La “bomba” di mercato lanciata in questi giorni da diverse testate italiane, e confermata nella serata di ieri dal ds della Fiorentina, Prad&e...
25.01.2022
Sport

Coppa d’Africa, dramma in Camerun-Comore: rissa fuori dallo stadio, diversi morti

YAOUNDE (Camerun) – Doveva essere la sfida della festa, con i padroni di casa in campo. Era diventata già una sfida clamorosa, visto che il Comore scendeva i...
25.01.2022
Sport

Mendrisio, la culla del ciclismo nostrano

MENDRISIO - Oggi iniziamo una serie di pagine dedicate al ciclismo ticinese. In primo luogo perché lo sport delle due ruote è senza ombra di dubbio &eg...
25.01.2022
Sport