Svizzera, 12 novembre 2021

Si apre oggi il processo contro l'assassino del "parruchiere di Ronaldo"

Si apre oggi il processo contro il presunto autore dell'omicidio di un cittadino portoghese, che di professione faceva il parrucchiere per diverse star, fra le quali figura il calciatore Cristiano Ronaldo. I fatti risalgono al primo novembre 2019, quando una donna delle pulizie di un hotel di Zurigo aveva scoperto in una stanza completamente imbrattata di sangue il corpo senza vita del parrucchiere.

Il presunto assassino del portoghese, un brasiliano di 41 anni, compare oggi davanti al tribunale distrettuale di Zurigo. Secondo quanto riporta il "Blick", che ha ottenuto una copia dell'atto d'accusa, i due uomini si conoscevano da tempo e avevano una relazione. Il giorno della tragedia, erano andati nella stanza d'albergo della vittima. Lì avevano assunto droghe prima di fare sesso.

Per ragioni ancora sconosciute, l'accusato ha attaccato improvvisamente il suo amante tra le 7 e le 9 del mattino. Il processo dovrà determinare se l'attacco è avvenuto prima o durante il rapporto sessuale. Si sa solo che il brasiliano ha picchiato il parrucchiere, rompendogli in particolare il cranio oltre a pugnalarlo con un coltello. Secondo il Ministero pubblico zurighese, il portoghese è morto dopo aver perso grandi quantità di sangue e soffocato con il suo stesso sangue. "L'accusato ha agito senza scrupoli".

Dopo l'omicidio, il presunto assassino aveva indossato abiti puliti appartenenti al suo amante prima di lasciare l'hotel. È stato arrestato poco dopo. Da allora si trova in carcere preventivo. Il verdetto sarà annunciato la prossima settimana.

Guarda anche 

Crivellò di colpi un conoscente in un bar, condannato a 16 anni di carcere

Il tribunale penale di Ginevra ha riconosciuto colpevole di omicidio (tra le altre cose) l'uomo che nel 2016 aveva sparato più volte ad un conoscente in una sa...
04.12.2021
Svizzera

Vittima di abusi sessuali da piccolo, finisce a sua volta a processo per stupro

Vittima di abusi sessuali sin da piccolo, finisce a sua volta a processo per stupro. Un 19enne residente nel canton Vaud comparirà il 7 dicembre davanti al Tribuna...
03.12.2021
Svizzera

Autore di una violenta aggressione sessuale rischia carcere e espulsione, "troverà lavoro ma fuori dalla Svizzera"

Un cittadino portoghese residente nel canton Friburgo rischia 42 mesi di carcere e l'espulsione dalla Svizzera per un violento stupro avvenuto nel 2020. Al Tribunale ...
02.12.2021
Svizzera

Uccise l’amica incita e rubò il bambino dall’utero: condannata 27enne

SANTA CATARINA (Brasile) – Ha prima ucciso l’amica incinta, poi le ha strappato il feto dal ventre praticandole un cesareo e infine ha nascosto il corpo della...
03.12.2021
Mondo