Sport, 29 ottobre 2021

«Maradona curato male e dimenticato»

L’avvocato del Pibe de Oro è tornato alla carica: “Follia farlo uscire dalla clinica e portarlo a casa dove è morto”

BUENOS AIRES (Argentina) – Matias Morla, l’ex avvocato di Diego Maradona, è tornato alla carica in merito alla morte del “Diez” e alle cure mediche prestategli dopo l’operazione alla testa. “Sono state pessime e l’hanno portato alla morte”, evento condizionato anche dalla non curanza delle figlie, Dalma e Giannina, che ne hanno autorizzato il trasferimento in una villetta inadatta, invece di mantenerlo ricoverato in clinica.
 
 
Morla, al termine di un interrogatorio, ha riferito alcuni particolari dell’ultima volta che vide Maradona, il 16 novembre 2020, 9 giorni prima del decesso.
 
 
“Gli errori commessi sono stati tanti perché Diego è morto, si è gonfiato fino a quando il suo cuore è
esploso. Le cure sono state pessime, per questo è morto”, ha dichiarato ricordando che Maradona soffriva di problemi ai reni e al fegato, di insufficienza cardiaca, deterioramento neurologico e dipendenza da alcol e psicofarmarci.
 
 
“Quando entrai in casa aveva una voce strana, come quella di un robot, acuta e intermittente. Ho informato tutti del suo stato di salute, poi ho capito che era a causa della quantità di acqua trattenuta nel corpo”. I medici che lo assistevano sono stati ascoltati dai magistrati e sono stati condannati per omicidio semplice, con eventuale dolo.
 
 
“Non c’era motivo di portarlo in una casa quando i medici hanno detto che doveva rimanere in clinica. È stato abbandonato dalle figlie”.

Guarda anche 

Ancora calcio, ancora lacrime: addio a Kevin Campbell

LONDRA (Gbr) – Prima la terribile notizia della morte del 26enne Matija Sarkic, portiere del Millwall, stroncato da un malore improvviso, dopo quella dell’add...
16.06.2024
Sport

Un malore a 26 anni: muore il portiere del Millwall

LONDRA (Gbr) – Mentre l’Europeo è appena iniziato e sta attirando tutte le attenzioni del caso, il mondo del calcio viene scosso da una notizia tragica...
15.06.2024
Sport

Tenta un furto, si dà alla fuga e resta incastrato: muore per asfissia

PERUGIA (Italia) – Un 34enne di origine tunisina è morto in un negozio di alimentari che aveva tentato di derubare. L’uomo, senza fissa dimora e con pr...
03.05.2024
Magazine

Morte del calciatore 26enne: si indaga per omicidio colposo

FIRENZE (Italia) – La morte del 26enne calciatore Mattia Giani è finita sui banchi della Procura di Firenze che ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di...
18.04.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto