Ticino, 25 ottobre 2021

Solduno, quell'idea di sparare nata mesi fa

Emergono nuovi dettagli sul tentato assassinio di giovedì sera a Solduno, dove – ricordiamo – un 20enne residente nel Canton San Gallo ha sparato con un fucile a una 22enne ticinese, sua ex ragazza. Le novità – riporta il Corriere del Ticino – riguardano proprio l'arma. Il fucile utilizzato sarebbe stato di grosso calibro e caricato a pallettoni. Uno di quelli solitamente utilizzato per la caccia o per il tiro al piattello.
 

Sempre stando al quotidiano, il folle gesto sarebbe stato pianificato mesi fa. Toccherà all'inchiesta chiarire come, quando e perché il 20enne possedesse un fucile e, nel caso, se fosse regolarmente autorizzato. Ieri, il Ministero pubblico ha confermato la carcerazione preventiva nei confronti del giovane. La ragazza, invece, è stata dichiarata fuori pericolo.
 

La difesa del 20enne – rappresentata dall'avvocato Fabio Bacchetta-Cattori – ha invece disposto una perizia psichiatrica. 

Guarda anche 

Voleva difendere l'amico, è stato preso a calci in testa

Il giovane selvaggiamente picchiato a Locarno, che per fortuna comunque sta discretamente ed è già riuscito a tornare a scuola, seppur sotto shock, voleva d...
09.12.2021
Ticino

Un nuovo Centro cantonale di vaccinazione a Chiasso

A partire dal 14 dicembre la regione del Mendrisiotto potrà usufruire di un nuovo Centro cantonale di vaccinazione al Palapenz di Chiasso che sostituirà que...
08.12.2021
Ticino

Locarno, "mio figlio riempito di calci in testa"

“Ho ricevuto una chiamata attorno alle 23:00. ‘Papi’ vieni a prendermi, mi hanno pestato di brutto’”. Da una parte del telefono c’&...
07.12.2021
Ticino

Il Cantone invita i Comuni a obbligare l'uso della mascherina all'esterno

Considerato il peggioramento della situazione epidemiologica, il Consiglio di Stato – su proposta del Dipartimento delle istituzioni (DI) e del Dipartimento della s...
07.12.2021
Ticino