Sport, 24 ottobre 2021

Lara, una ripartenza da divina. Ma sua Maestà Mikaela…

Grandissima prova quella offerta ieri a Sölden dalla ticinese nel Gigante che ha aperto la stagione 2021/22 del circo bianco: soltanto la Shiffrin è riuscita a precederla

SÖLDEN (Austria) – Se il buongiorno si vede dal mattino, allora quest’anno ci divertiremo un’altra volta con le imprese di Lara Gut-Behrami sulle piste della Coppa del Mondo di sci alpino. Sì perché ieri, sulle nevi di Sölden, nella prima gara stagionale di CdM, la ticinese ha fatto capire di non aver perso lo smalto che l’anno scorso le aveva permesso di conquistare la coppa di cristallo generale: la ticinese si è dovuta inchinare, per soli 14 centesimi, soltanto a sua Maestà Mikaela Shiffrin.
 
 
Un duello incredibile, spettacolare, da tenere tutti col fiato sospeso, sull’arco di entrambe le manche sul ghiacciaio del Rettenbach: avanti di 2 centesimi dopo la prima discesa, la 30enne rossocrociato nella seconda si è però dovuta inchinare all’insormontabile americana. Lara ha raggiunto così il suo 61° podio di Coppa del Mondo.
 
 
Un secondo posto, ovviamente, non può essere accolto come una vittoria e sicuramente la nostra Lara avrebbe voluto ottenere una vittoria molto importante, ma – vista la caratura della sua avversaria diretta – potremmo anche dire che una partenza di stagione migliore era complicato da aspettarselo. Tenendo conto che Tina Maze – terzo posto sul podio – ha chiuso con un distacco di 1”30.

Guarda anche 

L’ex presidente Renzetti: “Paolo, un tecnico emotivo”

LUGANO - L’ex presidente Angelo Renzetti si gode qualche giorno di riposo nella sua Pescara, anche se conta di tornare in Ticino per la sfida odierna fra il Lu...
05.12.2021
Sport

Il leggendario Nummelin riscalda ancora i cuori

LUGANO - Quando Nummy entra in sala stampa viene accolto da un applauso. Qualche vecchio cronista coglie l'occasione per un selfie; altri lo prendono s...
06.12.2021
Sport

Italia-Inghilterra e la tragedia sfiorata: “A Wembley poteva morire qualcuno”

LONDRA (Gbr) – Se sul campo è finita con la vittoria ai rigori dell’Italia, che poi ha alzato al cielo di Wembley il trofeo di campione d’Europa,...
05.12.2021
Sport

Fora-Bertaggia: quando le bandiere non esistono più

LUGANO – Quella che si è chiusa, è e resterà una settimana che i tifosi di Ambrì e Lugano non dimenticheranno tanto facilmente. Non solo...
05.12.2021
Sport