Sport, 06 settembre 2021

Zugo e Zurigo in pole position. E attenzione ai biancoblù

Gli addetti ai lavori stilano il pronostico dell’imminente regular season

LUGANO - Il campionato di National League batte ormai alle porte. In settimana comincia la regular season, come al solito retta da un calendario assurdo per non dire inaccettabile. Ma ormai nessuno ha più il coraggio di protestare. Così è, se vi pare. Grande interesse suscita naturalmente l’inaugurazione della nuova pista dell’Ambrì Piotta (o nuova Valascia), che avverrà sabato prossimo 11 settembre. Una data non propriamente ideale, visto che lo stesso giorno cade il triste anniversario dell’attacco alla Torri gemelle. Ma tant’è. Il campionato, dunque.


Si parte con lo Zugo detentore del titolo e l`Ajoie che torna a far parte dopo tanti anni dell`elite nazionale. Il Mattino, come sempre del resto, ha allestito una sorta di sondaggio-pronostico con i colleghi che abitualmente frequentano le piste della Confederazione. Chi vincerà la regular season? Come si posizioneranno le due ticinesi? E chi chiuderà all`ultimo posto? Secondo i nostri esperti Zugo e Zurigo sono le favorite ai primi due posti mentre Ginevra, Lugano e Davos sembrano un gradino sotto.


E i leventinesi? Lotteranno per entrare quanto meno nei pre-playoff (confermati). C`è tuttavia una voce fuori dal coro ed è quella del Mattino, secondo cui la squadra di Luca Cereda sarà la rivelazione della prima fase: sesta! E il Lugano? Segue a ruota. Motivazioni? I biancoblù hanno pescato bene sul mercato estero (Kozan, Regin e Hietanen sono delle sicurezze), hanno preso un attaccante svizzero da doppia cifra (l’ex bianconero Bürgler) e si sono riportati a casa Inti Pestoni, che non vede l’ora di tornare ad essere il pupillo dei tifosi. Senza poi contare il famoso spirito della valle ed il gioco intenso e aggressivo implementato dal coach di Sementina.


E il Lugano? Ha una difesa di primo livello (anche se il settimo e ottavo difensore non offrono garanzie) ma sul fronte offensivo la coperta è corta.
E poi Boedker e Josephs sono due incognite. Il primo deve cancellare i dubbi e le incertezze della scorsa stagione. Sarà fondamentale il ruolo del nuovo tecnico Mc Sorley: il vulcanico canadese saprà infondere le giuste motivazioni a tutto l’ambiente? Sul fondo, per finire: sarà una lotta a tre. Langnau, Lakers e Ajoie. Nota bene: anche quest`anno non ci sarà la relegazione.

Patrick Della Valle - Teleticino
1. Zugo
2. Zurigo
3. Ginevra
4. Lugano
5. Losanna
6. Davos
7. Bienne
8. Friborgo
9. HCAP
10. Berna
11. Lakers
12. Langnau
13. Ajoie

Angelo Chiello - My Sport Ticino
1. Zurigo
2. Lugano
3. Zugo
4. Davos
5. Ginevra
6. Losanna
7. Bienne
8. Berna
9. HCAP
10. Friborgo
11. Langnau
12. Ajoie
13. Lakers

Andrea Branca - HeShootsHeScoores
1. Zugo
2. Zurigo
3. Lugano
4. Losanna
5. Davos
6. Ginevra
7. Friborgo
8. Berna
9. Bienne
10. HCAP
11. Lakers
12. Langnau
13. Ajoie

Luca Mossi - Teleticino
1. Zugo
2. Zurigo
3. Ginevra
4. Davos
5. Lugano
6. Friborgo
7. Bienne
8. Berna
9. Losanna
10. HCAP
11. Lakers
12. Langnau
13. Ajoie

Guarda anche 

Il Lugano si inchina: ora servirebbe l’impresa

LUGANO - 20 anni di attesa per 90’ senza vere occasioni da rete (e 2 gol subiti). Potremmo sintetizzare così quanto visto ieri sera a Cornaredo dove il Lugan...
05.08.2022
Sport

Lo sport ticinese fa gli auguri alla Svizzera

LUGANO – Un’immagine di Mattia Croci-Torti durante i festeggiamenti per la vittoria della Coppa Svizzera con tanto di bandiera elvetica in mano, un’altr...
01.08.2022
Sport

Bottani illumina, il Lugano non brilla ma rialza la testa

WINTERTHUR – Per il calcio spettacolo, prego ripassare (non che l’anno scorso il Lugano fosse spumeggiante, in effetti), ma viste le prime due sconfitte in ca...
01.08.2022
Sport

C’è il marchio finlandese sulla storia del Lugano

LUGANO - Con l’arrivo di Mikko Koskinen, Oliwer Kaski e Markus Granlund si allunga la lista di giocatori finlandesi ingaggiati dal Lugano. ...
26.07.2022
Sport