Svizzera, 26 dicembre 2020

Chiede asilo in Svizzera poichè "socialista"

Il Tribunale amministrativo federale (TAF) ha respinto il ricorso presentato dallo studio legale Ravi di Lugano per conto di un cittadino turco che aveva chiesto asilo politico in Svizzera poiché “socialista”.
 
L’uomo, di etnia curda, è entrato illegalmente in Svizzera il 7 luglio 2020 e lo stesso giorno ha presentato una domanda d’asilo presso il centro di registrazione di Chiasso. Ha raccontato di avere subito delle pressioni in patria dopo “essersi avvicinato alle idee socialiste e al Partito della Libertà e della Solidarietà (ÖDP)”.

Tra i vari “soprusi” subiti, sarebbe stato “fermato dalle forze dell’ordine e costretto ad ammettere di aver imbrattato un muro”, avrebbe “subito percosse” e avrebbe “subito dei controlli” all’università, “in quanto membro degli oppositori dell’ÖDP”. Sarebbe quindi fuggito dalla Turchia, sempre stando al suo racconto, dopo aver sentito delle persone
inveire contro il comunismo e persino degli spari. Temendo per la propria incolumità, è quindi espatriato.

 Ma non basta essere socialista per ottenere lo statuto di rifugiato in Svizzera. La SEM ha ritenuto “irrilevanti” i motivi d’asilo addotti dall’uomo. E così pure il TAF, che nella sentenza pubblicata in questi giorni scrive che “nel contesto turco la sola appartenenza ad un partito legale così come la partecipazione ad attività organizzate da tali raggruppamenti non giustifica un timore fondato di esposizione a persecuzioni con rilevanza per l’asilo”.

“Lo scopo dell’asilo – ricorda ancora il TAF - non è quello di garantire protezione a tutte le vittime di ingiustizie, ma solo a coloro che hanno subito una violazione della loro libertà o integrità fisica di una certa intensità”. Il ricorso presentato dallo studio legale Ravi è quindi stato respinto e le spese giudiziarie di 750 franchi poste a carico del ricorrente.

Guarda anche 

Spaccio di droga: espulsi un 54enne, i suoi due figli e suo genero

Il giudice l’ha definita “una piccola azienda famigliare” dedita allo spaccio di droga. Un 54enne italiano, i suoi due figli e il suo genero sono stati ...
19.06.2021
Svizzera

"La Svizzera è pronta a un'eventuale ondata di domande di asilo?"

Ci dirigiamo verso una nuova ondata di "caos asilo"? È ciò che teme il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri, che oggi ha interpellato il Consiglio...
17.06.2021
Svizzera

Netto aumento delle domande di asilo in Svizzera

Nel maggio 2021 sono state presentate in Svizzera 1029 domande d’asilo, ossia 179 in più che nel mese precedente (+21,1%). Lo comunica oggi la Segreteria di ...
17.06.2021
Svizzera

Condannati in 16 a Berna per aver occupato un edificio

Bettina Bochsler, giudice unica del tribunale regionale di Berna-Mittelland, ha condannato oggi 16 persone che nel 2017 occuparono un edificio sulla Effingerstrasse. I 16...
17.06.2021
Svizzera