Mondo, 04 luglio 2020

Trump al monte Rushmore, "difenderemo l'America dal fascismo della nuova sinistra"

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha lanciato un feroce attacco contro la "cultura della cancellazione" - un concetto in voga che ha visto gli americani ostracizzati per aver espresso opinioni in contrasto con le narrative prevalenti sui mass media - definendolo il marchio di fabbrica del totalitarismo.

Esprimendosi all'evento "Salute America" in occasione del giorno dell'Indipendenza al Monte Rushmore, venerdì, Trump si è scagliato contro quello che definisce il "fascismo" della "nuova sinistra", fascismo che ha portato alla "cancellazione" di personaggi pubblici e di persone comuni, cacciati dalla società civile per le loro opinioni su questioni sociali polarizzanti, come la razza e il genere. 

"Mentre la cultura della cancellazione ha causato vittime in tutte le sfere della vita e in tutti i contesti politici, gli attivisti progressisti hanno usato i social media come armi per screditare coloro che non si conformano alle narrazioni tradizionali
o alle loro opinioni politicamente corrette" ha spiegato il presidente che ha promesso di difendere i "bambini dell'America e lo stile di vita americano da questo assalto radicale".

Nel suo energico discorso, Trump ha anche denunciato la violenza dei manifestanti vista nelle proteste delle scorse settimane ha fatto riferimento a Antifa, un gruppo di radicali di sinistra che hanno fortemente contribuito alla distruzione e alla violenza vista nelle città americane da quando sono scoppiate le proteste contro la brutalità della polizia, scatenate dall'uccisione dell'uomo afroamericano George Floyd in custodia della polizia alla fine di maggio.

"C'è un nuovo fascismo di estrema sinistra che richiede una fedeltà assoluta. Se non si parla la sua lingua, non si eseguono i suoi rituali, non si recitano i suoi mantra e non si seguono i suoi comandamenti, allora si viene censurati, banditi, messi sulla lista nera, perseguitati e puniti", ha continuato.

Guarda anche 

Scontro tra manifestazioni di sinistra a Bellinzona

Alla festa del primo maggio a Bellinzona la sinistra è riuscita a rassemblare un paio di centinaia di persone, non di più. Ma invece di unirsi, i pochi mani...
02.05.2021
Ticino

Preoccupano gli attacchi contro dipendenti della SEM, "le hanno manomesso i freni e mutilato il gatto"

Negli ultimi mesi sono aumentati gli attacchi contro edifici e personale della Segreteria di Stato per la migrazione (SEM) al punto che l'organo federale, in un servi...
27.04.2021
Svizzera

Facebook rimuove un'intervista a Donald Trump, "non potete far sentire la sua voce"

Facebook ha rimosso una video intervista rilasciata da Donald Trump martedì 30 marzo, citando la sua sospensione dalla piattaforma dopo l'assalto del 6 gennaio...
01.04.2021
Mondo

Il ritorno di Trump, "nel 2024 potrei batterli per la terza volta"

Nel suo primo discorso da quando ha lasciato l'incarico l'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha criticato aspramente il suo successore Joe Biden accenna...
01.03.2021
Mondo