Sport, 23 maggio 2020

Lugano, ecco i risultati dei tamponi e dei test sierologici su calciatori e dipendenti amministrativi

La Swiss Football League ha varato un calendario da tour de force, per terminare il campionato interrotto a causa del Coronavirus e giocare quello successivo prima degli Europei ora in programma nel giugno del 2021, scendendo in campo anche nel periodo natalizio e di fatto saltando pause estive e invernali.

Non si sa ancora se si potrà riprendere davvero, intanto le squadre stanno piano piano riprendendo gli allenamenti. Il Lugano è tra queste (l’altro giorno ha diramato le regole per i giornalisti che vorranno seguire le sedute e per le conferenze stampa, improntate alla prudenza) e ha deciso di sottoporre preventivamente giocatori, staff tecnico e staff amministrativo che avrà contatti frequenti con la prima squadra ad un test del tampone e ad un test sierologico. Questo malgrado la Swiss Football League e l’Ufficio Federale della Sanità Pubblica non abbiano imposto un obbligo.

Un giocatore (“giocatore A”, ovviamente per privacy non si fa il nome) è risultato positivo al tampone e dovrà osservare 10 giorni di isolamento. Egli è asintomatico e si sente bene.

Un secondo giocatore (“giocatore B”) è stato a contatto ravvicinato con il primo e, secondo le direttive dell’ufficio del medico cantonale, dovrà osservare una quarantena di 10 giorni. I due non hanno rispettato le direttive della società che proibivano esplicitamente contatti stretti e prolungati.
Due altri giocatori ed un dipendente amministrativo sono risultati positivi al test sierologico (ma negativi al tampone). Questo significa che hanno contratto il virus nelle scorse settimane e sono ora guariti.
Come misura preventiva uno dei due calciatori è già stato sottoposto ad esami medici approfonditi che ne hanno accertato l’idoneità ad allenarsi regolarmente. L’altro verrà sottoposto agli stessi test lunedì. Preventivamente, un totale di 3 giocatori si alleneranno a parte in attesa di valutare l’evoluzione clinica del giocatore B.

Il Lugano approfitta  consiglia “a tutti i club di effettuare dei test alla ripresa degli allenamenti, e ringrazia il proprio staff medico per l’eccellente supporto e professionalità messa a disposizione in queste settimane molto particolari”.

Guarda anche 

Thiem difende Djokovic: “Abbiamo sbagliato ma non ci ha costretto”

VIENNA (Austria) – Dominik Thiem è tornato a parlare dell’Adria Tour organizzato da Novak Djokovic in un’intervista rilasciata alla CNN. Lo stess...
24.07.2020
Sport

Zanardi dimesso. Il figlio: “Ce la farà ancora. Io e mamma gli parliamo”

SIENA (Italia) – “Mio papà ce la farà anche questa volta, ne sono sicuro. Io e mamma gli parliamo”. Con queste parole Niccolò Zanar...
24.07.2020
Sport

Tanto coraggio e una gemma: una vittoria fondamentale per un Lugano che deve ancora correre

LUGANO – Dopo 4 pareggi consecutivi, di cui alcuni rocamboleschi e da mangiarsi le mani, il Lugano ieri sera a Cornaredo è tornato a conquistare quei 3 impor...
23.07.2020
Sport

Incredibile ma vero: Marquez in pista già domani!

JEREZ DE LA FRONTEIRA (Spagna) – Sembrerebbe una follia, ma nel mondo del Motomondiale non dovremmo più stupirci di nulla. Sembrerebbe una follia, ma quando ...
23.07.2020
Sport