Sport, 23 febbraio 2020

Lugano… da incubo! Ambrì, è playout

Pazzesco il weekend dei bianconeri colati a picco sul più bello proprio contro Friborgo e Berna: ora serve un miracolo. I leventinesi hanno detto addio ai playoff

LUGANO/AMBRÌ – Se dovessimo spiegare cosa significa un weekend da incubo, sportivamente parlando, potremmo prendere ad esempio quello che si è appena chiuso per Lugano e Ambrì. Se i leventinesi avevano ormai un piede nei playout e hanno completato l’opera perdendo sia a Zurigo che in casa col Ginevra, i 120’ disputati dai bianconeri sono difficili da analizzare.

Con un vantaggio cospicuo in classifica e con un doppio vantaggio sulla pista di Friborgo, i ragazzi di Pelletier sono evaporati, si sono eclissati, sono usciti dal ghiaccio senza mai farci ritorno. Il parziale di 11-0 incamerato in 80’ contro i burgundi e contro il Berna – nei due scontri diretti del fine settimana – non può avere altra spiegazione. La fame e la grinta non potevano venire meno a una settimana dalla fine della regular season e con i playoff a portata di mano, (soprattutto dopo una rimonta pazzesca messa in atto nel 2020), ma forse è stata la “benzina” a terminare o, ancora peggio, la paura ha preso il sopravvento. Un’umiliazione in piena regola, sotto tutti i punti di vista, durata 80’ che ora ha messo il Lugano nell’angolo: bisogna sperare nel miracolo – ovvero che il Berna non vinca martedì a Davos – per poi imporsi sia a Rapperswil che nel derby interno contro l’Ambrì. Altrimenti i playout rischiano di diventare una realtà, inimmaginabile soltanto una settimana fa. Ebbene sì, perché per completare il weekend da incubo, anche il Friborgo ha fatto bottino pieno nel fine settimana – alla pari dello stesso Berna – imponendosi a Langnau.

Il rischio concreto, per l’hockey ticinese, è quello di assistere ad altri due derby nel mese di marzo. Due derby che non varranno per la regular season, ma per i playout, visto che l’Ambrì col doppio passo falso del weekend  - KO a Zurigo e capitombolo interno contro il Ginevra – è matematicamente condannato a disputare i giochi per la salvezza. Ma se dall’Ambrì, visti anche gli innumerevoli infortuni, ci si poteva aspettare una stagione del genere… per il Lugano sarebbe un vero e proprio fallimento.

Guarda anche 

Lugano lanciatissimo: addirittura secondo!

ZURIGO - Per una notte i bianconeri sono secondi in classifica. Bene. Non accadeva dallo scorso inverno, quando sulla panchina c'era Maurizio ...
28.11.2021
Sport

È il Black Friday: ecco l’attesa

LUGANO - Venerdì 26 novembre. Per gli amanti dello shopping questa data vuole dire una sola cosa: Black Friday.   E infatti, ancora prima dell’o...
26.11.2021
Ticino

Marius Antonietti attacca: “Ticino, vita dura per i pugili”

LUGANO - Marius Black Antonietti (30 anni) ha dedicato e dedica anima e corpo al pugilato, uno sport che vive con grande intensità e dedizione. Ha vint...
26.11.2021
Sport

Chad Silver, la fine tragica di un ragazzo perbene

Il 1998 verrà ricordato per le gesta sportive della Francia multietnica campione del mondo, per la doppietta di Marco Pantani (Giro e Tour), per il caso Fes...
25.11.2021
Sport