Sport, 09 febbraio 2020

Parte l’assalto ai playoff: un febbraio da brividi

Martedì alla Corner Arena il quinto confronto diretto stagionale tra Lugano e Ambrì

LUGANO - Per Serge Pelletier il derby di martedì sarà il primo in bianconero da head coach. Ne aveva vissuti alcuni, per altro, da assistente da allenatore della squadra degli juniores Elites; lui che conosce bene la storia e le emozioni delle sfide cantonali: una di esse gli fu fatale quando dirigeva l’Ambrì Piotta, il club che lo ha lanciato ai massimi livelli nazionali. Ma quello è il passato e ora Serge ha una sola cosa in testa: portare il Lugano nei playoff.

Un compito difficile ma non impossibile; un traguardo che dopo il 17 dicembre scorso, dopo la disfatta dei bianconeri alla Valascia, sembrava fuori portata. Fu proprio in quella occasione che la dirigenza decise di porre fine all’esperienza con Sami Kapanen, il tecnico venuto dal “freddo” che avrebbe dovuto portare e far fiorire un modo nuovo, rispetto al recente passato, di giocare l’hockey. Avventura finita come tutti sanno e, per quanto visto in seguito, senza rimpianti da parte dell’ambiente luganese.

Con l’arrivo del canadese, la squadra bianconera si è decisamente risollevata, con un bilancio di 8 vittorie e 5 sconfitte, per un totale di 24 punti. Un bottino che le ha permesso di risalire la china ed ora occupare la settima posizione. Ma il lavoro non è ancora finito: a 7 giornate dal termine della regular season il Lugano non può e non deve sentirsi tranquillo. Tanto per cominciare, martedì sera affronterà in casa l’Ambrì, che ha sei punti in meno ed non può più sbagliare. Per entrambe, insomma, il derby sarà una sorta di spartiacque di quello che si profila come un autentico percorso di guerra per accedere ai playoff.

E allora prepariamoci a gustare un mese di febbraio davvero incandescente: si parte con Lugano-Ambrì martedì e si conclude il 29 febbraio. Ancora con il derby. Ancora alla Corner. Assurdo ma vero. 

MDD

Guarda anche 

1'000 spettatori sulle tribune: siamo alla resa dei conti?

BERNA – In un clima sempre più del terrore, fatto di numeri (a volte non esattamente chiari), di futuro incerto e di un presente non limpido, la decisione pr...
19.10.2020
Sport

“Futuro tutto da scrivere Certo, la National League…"

BIASCA - È un ragazzo semplice, Loïc Vedova. Figlio di una terra di emigrati e di gente stoica come la Vallemaggia, sin da bambino ha cullato i...
19.10.2020
Sport

Una zona Cesarini che salva il Lugano

VADUZ - Marcis Oss, giocatore lettone cresciuto nello Spartaks e prestato allo Xamax nelle ultime due stagioni, ieri sera ha vestito i pan...
18.10.2020
Sport

Casinò Lugano “Giochiamo a tutto ma non con la salute”!

Dopo il lockdown della scorsa primavera il Casinò Lugano ha coniato un fortunato slogan che in questi mesi è diventato virale tanto...
17.10.2020
Ticino