Sport, 12 gennaio 2020

Abbandona il campo per razzismo: la Federazione gli offre un posto di lavoro

Il portiere Omar Daffe è stato assunto dall’Ufficio Antirazzismo della Lega Nazionale Professionisti di Serie A

MILANO (Italia) – Il razzismo nel mondo del calcio non smette di esistere, nonostante tutti i tentativi di club, giocatori e federazioni. Ma dall’Italia arriva la notizia di un nuovo passo avanti per combattere uno dei mali del calcio internazionale.

La notizia riguarda Omar Daffe, portiere della Agazzanese, squadra emiliana che milita in Eccellenza, che il 24 novembre aveva lasciato un campo di calcio dopo aver subito un’offesa
razzista dalla tribuna. Daffe ha assunto un ruolo importante in Federazione, essendo stato assunto a tempo indeterminato come responsabile dello staff del nuovo Ufficio Antirazzismo della Lega Nazionale Professionisti di Serie A.

Il 38enne è senegalese di nascita ma italiano dal 2008: si occuperà di creare e sviluppare campagne contro il razzismo per la Serie A, stando quanto riportato dalla stampa italiana.

Guarda anche 

I premi per il Mondiale? Tutti in beneficenza

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Il Canada, per la prima volta da Messico ’86, si è qualificato per il Mondiale di calcio che si terrà da novembre...
05.08.2022
Sport

Bottani illumina, il Lugano non brilla ma rialza la testa

WINTERTHUR – Per il calcio spettacolo, prego ripassare (non che l’anno scorso il Lugano fosse spumeggiante, in effetti), ma viste le prime due sconfitte in ca...
01.08.2022
Sport

Gianluca Pessotto, il dramma di un calciatore perduto

TORINO (Italia) - Il 27 giugno 2006 l’Italia calcistica è nella bufera: l’inchiesta dei magistrati ha appena scoperchiato un sistema di corruzione...
29.07.2022
Sport

Rivoluzione inglese: colpi di testa banditi, fino a 12 anni solo col pallone ai piedi

LONDRA (Gbr) – Se non è una rivoluzione, poco ci manca. Specie per il calcio inglese, vigoroso, spigoloso, fisico, in cui il colpo di testa è quasi un...
28.07.2022
Sport