Svizzera, 28 ottobre 2019

Innamorata pazza di un prete, lo perseguita per più di un anno

È un caso quantomeno singolare di stalking quello avvenuto nel 2018 in Vallese, prima di tutto perchè la vittima era nientemeno che il Vescovo ausiliare delle diocesi di Losanna, Ginevra e Friburgo, monsignore Alain de Raemy (nella foto). Come riporta “Le Nouvelliste”, una donna rumena sulla quarantina è stata condannata a tre mesi di carcere dalla giustizia vallesana per aver perseguitato, oltre al prelato, diversi suoi famigliari.

Pazza d'amore per de Raemy, la donna li ha fatto vivere un vero e proprio calvario per oltre un anno. Disoccupata, e quindi con tanto tempo libero a disposizione, la quarantenne si è fatta viva "in quasi tutte le sue apparizioni pubbliche a partire da gennaio 2018, manifestando l'attrazione che provava per lui", si legge nella sentenza del pubblico ministero vallesano. In un'occasione si è persino recata a Roma per cercare di avvicinarlo in Vaticano.

Come detto, nemmeno i parenti del vescovo non sono stati risparmiati. Anche sua madre, 95 anni, è stata molestata e degli oggetti sono stati depositati sulla tomba del suo defunto padre. "Anche se le azioni di questa donna sembrano essere causate da un disturbo psicologico, mi sono sentito obbligato a sporgere denuncia per aiutare altre persone che sono già state molestate da questa donna, fra cui una che è caduta in depressione", spiega de Raemy a “Le Nouvelliste”.

A quanto sembra, dopo la condanna la donna non si sarebbe più fatta viva e nel frattempo sarebbe tornata a vivere in Romania. La sua condanna verrebbe immediatamente applicata in caso di ritorno in Svizzera.

Guarda anche 

Tifoso dell'Italia condannato per aver festeggiato "troppo" la vittoria nella semifinale degli europei

La vittoria dell'Italia contro la Spagna nella semifinale degli Europei di calcio il 6 luglio scorso ha portato ad una condanna penale a Martigny, nel canton Vallese....
16.10.2021
Svizzera

Una decina i casi di molestie alla RSI

Sarebbero una decina i casi accertati finora di molestie alla RSI. Lo riporta il domenicale "La domenica" che ha interpellato Rolando Lepori, co-segretario del ...
10.10.2021
Ticino

Funzionario usava i soldi destinati ai rifugiati per pagarsi delle prostitute

Un funzionario dell'amministrazione del canton Vallese ha sottratto 166'000 franchi di fondi pubblici, somma che ha usato principalmente per pagarsi delle prostit...
07.10.2021
Svizzera

Proprietario di un'agenzia adescava giovani modelli per molestarli, condannato

Il proprietario di un'agenzia di modelli di Zurigo è finito a processo con l'accusa di aver molestato diversi giovani uomini in un periodo di diversi anni....
23.09.2021
Svizzera