Mondo, 21 settembre 2019

Germania, migrante prende in ostaggio un bambino per impedire la sua deportazione

Giovedì pomeriggio un migrante originario dal Ghana ha preso in ostaggio un bambino in un ufficio di immigrazione a Wismar, in Germania, per cercare di impedire la sua deportazione, riferiscono media locali.

Secondo quanto riferito, l'uomo, 22 anni, era stato informato che avrebbe dovuto sottoporsi a un test di paternità per dimostrare di essere il padre del bambino mentre visitava l'ufficio con la madre del bambino. Le autorità tedesche avevano il sospetto che il 22enne si era inventato di essere il padre del bambino per evitare la sua espulsione.

Quindo ha saputo che sarebbe stato sottoposto a un test, l'uomo ha afferrato il bambino e ha minacciato di ferirlo. Ne è seguito un confronto con le forze dell'ordine che è durato cinque ore.

"L'uomo era venuto all'ufficio immigrazione con la madre del bambino", riferisce Norddeutschen Rundfunk. "Poco prima delle 14:00, la situazione è precipitata quando il ghanese ha preso il bambino minacciando di fargli del male. Un gruppo di negoziatori della polizia è sopraggiunta poco e si è messa in contatto con il richiedente l'asilo per cercare risolvere la situazione pacificamente."

L'edificio è stato evacuato e una squadra di forze speciali della polizia (SEK) sono stati dispiegati sulla scena.

Il ghanese avrebbe minacciato di "lasciare cadere il bambino" durante la negoziazione con la polizia ma, dopo un confronto durato diverse ore, è stato convinto a consegnare il bambino per un controllo. Separato il bambino dal suo sequestratore, le forze speciali presenti lo hanno poi subito neutralizzato.

"Insieme al paramedico, siamo stati in grado di convincere il padre che il bambino doveva essere esaminato urgentemente perché eravamo preoccupati che il bambino non avrebbe avuto abbastanza aria", ha detto un portavoce della polizia.

Secondo quanto riportato, nessuno sarebbe rimasto ferito e il bambino ha potuto riabbracciare la madre incolume.

Guarda anche 

Italiano accusato di 160 stupri e molestie sessuali su minori arrestato in Francia

Un cittadino italiano di 52 anni ricercato per 160 tra stupri e aggressioni sessuali è stato arrestato venerdì scorso nell'est della Francia, a seguito ...
23.10.2020
Mondo

Voleva uccidere il marito dell'ex-moglie, dopo tre anni di carcere dovrà lasciare la Svizzera

Il Tribunale federale ha confermato la condanna di un cittadino originario dei balcani per atti preparatori ad atti criminali. L'uomo aveva minacciato un rivale, avev...
20.10.2020
Svizzera

La foto dello svizzero che fa la spesa in Germania e che fa incavolare i tedeschi

La lista dei cantoni svizzeri considerati regioni a rischio dalla Germania è in costante crescita. E con il drastico aumento del numero di nuovi casi di infezione ...
19.10.2020
Svizzera

In migliaia a Parigi per ricordare il docente ucciso da un rifugiato musulmano

Migliaia di persone si sono riunite a Parigi domenica pomeriggio per una manifestazione di solidarietà per il brutale assassinio di un insegnante per mano di un ri...
19.10.2020
Mondo