Mondo, 09 luglio 2019

La Francia condannata a risarcire uno degli attentatori della strage di Parigi

Il governo francese è stato condannato a pagare una multa di 500 euro a Salah Abdeslam (nella foto), unico membro rimasto in vita del commando islamico che il 13 novembre 2015 uccise 130 persone a Parigi.

A dare la notizia è il quotidiano francese Le Figaro, spiegando che la multa riguarda le condizioni di detenzione di Abdeslam, considerate illegali. La notizia è contenuta nel libro "ll giornale di Franck Berton", scritto da Elsa Vigoreux, giornalista per il settimanale francese L'Obs.

Dopo essere stato arrestato a Bruxelles
il 18 marzo del 2016, il terrorista è passato nelle mani della giustizia francese, finendo nella prigione di Fleury-Merogis. Nel giugno del 2016 l'allora ministro della Giustizia, Jean-Jacques Urvoas, ha messo Abdeslam sotto sorveglianza video giorno e notte all'interno della sua cella. L'avvocato dell'ex terrorista ha protestato contro tale misura sostenendo che andasse contro gli articoli 34 e 37 della Costituzione francese.

Il tribunale di Versailles ha così deciso di accogliere il ricorso condannando lo Stato francese a versare 500 euro ad Abdeslam.

Guarda anche 

Macron ha perso la maggioranza dei seggi in Parlamento

La République en Marche (Lrem), il partito politico fondato dal presidente francese Emmanuel Macron nel 2016, ha perso la maggioranza assoluta dei s...
21.05.2020
Mondo

Presidente di un'associazione pro-migranti ucciso da un richiedente l'asilo che ospitava

La polizia francese ha arrestato un richiedente l'asilo afgano sospettato di aver ucciso il presidente di un'associazione che fornisce assistenza a migranti e ric...
15.05.2020
Mondo

Ecco i tre vincitori dello “Swiss Stop Islamization Award 2020”

Lo scopo dello Swiss Stop Islamization Award, ideato nel 2018 dal movimento politico “Il Guastafeste” di Giorgio Ghiringhelli (www.ilguastafeste.ch), è...
12.05.2020
Svizzera

Coronavirus, primo caso in Francia già a dicembre

“Avevo un forte dolore al petto, mi mancava l'aria e allora sono andato all'ospedale”. Comincia così la testimonianza di Amirouche Hammar, un 4...
06.05.2020
Mondo