Svizzera, 21 giugno 2019

Vandalizzano il tracciato di Formula E, danni per almeno 100mila franchi

Vandali hanno compiuto danni lungo il tracciato del gran premio di Formula E (Swiss E-Prix) che si corre domani a Berna. I danni ammontano ad almeno 100'000 franchi. A margine di una dimostrazione autorizzata, svoltasi ieri sera contro la manifestazione sportiva, vandali hanno strappato manifesti pubblicitari, ha riferito a Keystone-ATS il portavoce della polizia cantonale bernese Dominik Jäggi, in riferimento a un'informazione pubblicata sul sito del Blick.

La polizia, sulla base delle informazioni fornite dagli organizzatori, stima che i danni ammontino ad almeno 100'000 franchi. Secondo il Blick i vandali hanno anche reciso cavi televisivi e per la corrente elettrica, ma la polizia non ha trovato riscontri in questo senso. Gli inquirenti hanno avviato un'indagine.

Per il momento nessuno ha inoltrato una denuncia. Secondo il quotidiano zurighese, gli atti vandalici hanno indotto gli organizzatori a posticipare alle 18.00 le prove per la gara, previste alle 15.00 di oggi pomeriggio. Alla manifestazione di ieri sera ha partecipato un migliaio di persone: in gran parte in sella a biciclette i dimostranti hanno percorso il tracciato della gara.

Scopo della protesta è stato di mostrare come dovrebbe in realtà essere la mobilità moderna in una città: "inclusiva, lenta ed energeticamente poco dispendiosa". Molti gli applausi dei residenti nelle zone interessate dalla gara, dove la circolazione stradale e la mobilità dei pedoni sono fortemente limitate da blocchi in cemento e palizzate. La competizione si svolge nel quartiere sovrastante il Parco degli orsi, di fronte alla città vecchia.

Guarda anche 

Muore annegato cercando di salvare il suo cane

Il corpo senza vita di un uomo di 73 anni è stato ritrovato nel Reno all'altezza della città di confine di Jestetten, in Germania. Il malcapitato era sc...
20.07.2019
Svizzera

Confermato carcere e espulsione per un imam di Wintherthur

Il Tribunale federale ha respinto l'appello di un imam somalo della moschea An'Nur di Winterthur (ZH). L'uomo era stato condannato per  per istigazione a...
19.07.2019
Svizzera

Troppa attenzione mediatica, il processo a "Carlos" è stato spostato a Zurigo

Il processo contro il giovane delinquente noto con il nome di "Carlos" non si svolgerà più a Dielsdorf (ZH) come previsto. Il procedimento, che in...
19.07.2019
Svizzera

Dramma familiare ad Affoltern: uccide moglie e i due figli e si toglie la vita

Dramma familiare ieri sera ad Affoltern am Albis, nel canton Zurigo. Un uomo di 53 anni ha ucciso la moglie 51enne e i due figli, di 7 e 9 anni, prima di suicidarsi. P...
19.07.2019
Svizzera