Mondo, 11 dicembre 2018

Patto ONU, arriva l'avvertimento di Trump

Con il Global Compact on Migration, detto anche Patto per la migrazione, le Nazioni Unite vogliono "far progredire la governance globale a spese del diritto sovrano degli stati di gestire il loro sistema di immigrazione", hanno dichiarato gli Stati Uniti in un comunicato pubblicato sul sito della delegazione USA all'ONU.

In un lungo testo gli Stati Uniti ricordano di aver lasciato i negoziati sul Patto nel 2017 perché ritengono i suoi obiettivi "incompatibili con la legge americana e gli interessi del popolo americano".

"Le decisioni sulla sicurezza delle frontiere, su chi ha il permesso di risiedere legalmente o di ottenere la cittadinanza, sono tra le decisioni sovrane più importanti che un paese possa prendere" si può leggere nella dichiarazione. Non è quindi accettabile che siano oggetto di "negoziati in un quadro internazionale" aggiunge il testo.

Pur riconoscendo "il contributo di molti immigrati alla costruzione della nostra nazione, non possiamo sostenere un patto o processo che impone o ha il potenziale per imporre linee guida, standard, aspettative o impegni internazionali che potrebbero opporsi alla nostra capacità di prendere decisioni nel migliore interesse della nostra nazione e dei nostri cittadini " afferma il documento.

Washington anticipa inoltre che i paesi firmatari dell'Alleanza alla fine cercheranno di imporre un "diritto consuetudinario internazionale" nel campo della migrazione, vale a dire, trasformando questo patto "non vincolante" in un obbligo inciso nel diritto internazionale.

Il termine "patto" induce "obblighi legali", aggiungono gli Stati Uniti nella loro dichiarazione. Anche la formulazione del testo "non vincolante" è stata considerata sospetta dagli altri paesi che hanno deciso di non firmarlo.

Nonostante le tensioni provocate dal Patto, più di cento paesi sono presenti da lunedì a martedì a Marrakech per appoggiarlo formalmente prima del voto di una risoluzione di ratifica all'Assemblea generale dell'ONU prevista per il 19 dicembre a New York.

Guarda anche 

Berna vuole rinforzare la collaborazione militare con gli USA, Viola Amherd in visita a Washington

"Una violazione così massiccia e brutale del diritto internazionale come quella commessa dalla Russia non deve essere tollerata", ha dichiarato la Consig...
15.05.2022
Svizzera

In Svizzera solo perchè non può essere espulso, un estremista islamico insegna religione a giovani e bambini

Un islamista ex membro dell'ISIS che può rimanere in Svizzera solo perchè non può essere espulso insegna arabo e religione. Attivo nella moschea ...
12.05.2022
Svizzera

Simonetta Sommaruga vuole che la Svizzera ospiti il prossimo summit ONU sul clima

La Svizzera ospiterà la prossima la conferenza dell'ONU sul riscaldamento climatico? Questo è perlomeno quello che vorrebbe la consigliera federale Simo...
27.04.2022
Svizzera

Assange verso l'estradizione negli USA, negato l'ultimo ricorso

Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange è un passo più vicino ad essere estradato negli Stati Uniti per affrontare il processo per le accuse di spionaggio,...
20.04.2022
Mondo