Sport, 27 novembre 2018

Lara spiega la scelta del doppio cognome: “Mi sono accorta che mancava qualcosa”

La sciatrice ticinese ha voluto spiegare la sua scelta: “Sono orgogliosa del mio matrimonio”

LAKE LOUISE (Canada) – D’ora in poi, quando la vedremo al cancelletto di partenza delle sue gare sciistiche, non leggeremo più “Lara Gut” nella grafica, ma “Lara Gut-Behrami. La ticinese, infatti, ha deciso di usare anche il suo secondo cognome, acquisito dopo il matrimonio con Valon Behrami.

Lara ha sempre separato il lavoro dalla vita privata, ma ora le cose sono cambiate. “Mi sono resa conto che qualcosa non funzionava, ho costruito la mia carriera come Lara Gut, è vero – ha spiegato al “Blick” – Sono orgogliosa di questo e ringrazio la mia famiglia, ma ho capito che mancava
qualcosa. Resto la figlia dei miei genitori, ma al tempo stesso sono orgogliosa del mio matrimonio, ed è per questo che ho scelto di usare anche il mio secondo cognome”.

Ci si è ovviamente domandato perché questa decisione è stata presa solo dopo le gare di Killington, ma un portavoce della FIS ha spiegato che “la situazione forse è stata trascurata dai grafici della tv”.
Resta il fatto che a partire da Lake Louise Lara gareggerà anche col cognome Behrami. “Con il matrimonio io e Valon abbiamo seguito il cuore: sono orgogliosa di essere sua moglie”, ha concluso.

Guarda anche 

I premi per il Mondiale? Tutti in beneficenza

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Il Canada, per la prima volta da Messico ’86, si è qualificato per il Mondiale di calcio che si terrà da novembre...
05.08.2022
Sport

Bottani illumina, il Lugano non brilla ma rialza la testa

WINTERTHUR – Per il calcio spettacolo, prego ripassare (non che l’anno scorso il Lugano fosse spumeggiante, in effetti), ma viste le prime due sconfitte in ca...
01.08.2022
Sport

Gianluca Pessotto, il dramma di un calciatore perduto

TORINO (Italia) - Il 27 giugno 2006 l’Italia calcistica è nella bufera: l’inchiesta dei magistrati ha appena scoperchiato un sistema di corruzione...
29.07.2022
Sport

Rivoluzione inglese: colpi di testa banditi, fino a 12 anni solo col pallone ai piedi

LONDRA (Gbr) – Se non è una rivoluzione, poco ci manca. Specie per il calcio inglese, vigoroso, spigoloso, fisico, in cui il colpo di testa è quasi un...
28.07.2022
Sport