Mondo, 19 novembre 2018

Italia, no alla recita di Natale a scuola perchè "disturba le altre culture"

foto newtoday.it
"No alla recita natalizia perché disturba le diverse culture religiose presenti nell’istituto". Lo denuncia su Facebook Valeria Alessandrini, assessore leghista alla scuola del Comune di Terni, cittadina nella regione dell'Umbria, nel centro Italia. "La decisione di una dirigente scolastica che ha vietato lo svolgimento di una iniziativa natalizia legata alla messa in scena di quadri viventi con protagonisti i bambini e a tema la nascita di Gesù". La rappresentazione "proibita" è il classico presepe natalizio vivente.

Da parte sua l'istituto, una scuola elementare, non ha negato di avere cancellato l'evento ma ha cercato di smorzare la polemica. "Non ho niente da dire e non ritengo di dover prestare il fianco a questi attacchi di tipo politico" – ha commentato la preside Maria Elisabetta Mascio, contattata telefonicamente da Terni Today -. "Invito solo le persone ad andare a visitare il nostro sito, dove troveranno le foto del vescovo di Terni che soltanto venerdì è venuto a farci visita a scuola". Nessun ripensamento, dunque.

La polemica ha poi preso un respiro nazionale dopo che il leader della Lega Matteo Salvini ha a sua volta commentato la vicenda sui social. "Si avvicina il Natale e spuntano di nuovo `dirigenti scolastici´ che vogliono impedire le recite ai bambini - scrive su Twitter -. Non si tratta solo di religione, ma di storia, radici, cultura. Viva le nostre tradizioni!"

Guarda anche 

"Al Consiglio federale piace farsi prendere in giro dall’Italia? A noi no"

"Sconcerto, ma nessuna sorpresa". La Lega dei Ticinesi, in un comunicato trasmesso ai media, prende posizione sulla risposta del Consiglio federale all'inte...
14.02.2019
Ticino

Il teletext mette in risalto l'Italia invece che la Svizzera, “evidentemente per la RSI lo stato di riferimento è l'Italia”

Sabato scorso il teletext della RSI metteva in risalto l'Italia nella classifica delle medaglie dei mondiali di sci di Are. Di norma, nelle competizioni internazional...
11.02.2019
Ticino

Arabia Saudita, bimbo di 6 anni decapitato davanti alla mamma perché sciita

Decapitato a soli 6 anni davanti alla propria mamma solo per essere di confessione sciita e non sunnita. Lo riporta il sito inglese “mirror.co.uk”, secondo...
11.02.2019
Mondo

Il paradosso dei paesi europei, rifiutano i cristiani perseguitati

 Una guerra, quella in Siria, che inizia ad occupare più i libri di storia che le pagine dell’attualità. Oramai i dubbi principali rigu...
11.02.2019
Mondo