Mondo, 19 novembre 2018

Italia, no alla recita di Natale a scuola perchè "disturba le altre culture"

foto newtoday.it
"No alla recita natalizia perché disturba le diverse culture religiose presenti nell’istituto". Lo denuncia su Facebook Valeria Alessandrini, assessore leghista alla scuola del Comune di Terni, cittadina nella regione dell'Umbria, nel centro Italia. "La decisione di una dirigente scolastica che ha vietato lo svolgimento di una iniziativa natalizia legata alla messa in scena di quadri viventi con protagonisti i bambini e a tema la nascita di Gesù". La rappresentazione "proibita" è il classico presepe natalizio vivente.

Da parte sua l'istituto, una scuola elementare, non ha negato di avere cancellato l'evento ma ha cercato di smorzare la polemica. "Non ho niente da dire e non ritengo di dover prestare il fianco a questi attacchi di tipo politico" – ha commentato la preside Maria Elisabetta Mascio, contattata telefonicamente da Terni Today -. "Invito solo le persone ad andare a visitare il nostro sito, dove troveranno le foto del vescovo di Terni che soltanto venerdì è venuto a farci visita a scuola". Nessun ripensamento, dunque.

La polemica ha poi preso un respiro nazionale dopo che il leader della Lega Matteo Salvini ha a sua volta commentato la vicenda sui social. "Si avvicina il Natale e spuntano di nuovo `dirigenti scolastici´ che vogliono impedire le recite ai bambini - scrive su Twitter -. Non si tratta solo di religione, ma di storia, radici, cultura. Viva le nostre tradizioni!"

Guarda anche 

I servizi segreti italiani avvertono Conte, "al sud c'è il pericolo di rivolte e ribellioni”

I servizi segreti italiani hanno avvertito il governo dei possibili pericoli che rischia il sud Italia in questo periodo di emerge...
30.03.2020
Mondo

Il Consiglio nazionale non vuole il presepe a Palazzo federale

Con 107 voti contrari e 70 favorevoli, il Consiglio nazionale ha respinto un'iniziativa del deputato Jean-Luc Addor (UDC / VS) che chiedeva di allestire un presepe na...
11.03.2020
Svizzera

Coronavirus, “Apprezzo lo sforzo degli italiani”

MARSIGLIA (Francia) – Oltre 23'000 tamponi, un numero sempre crescente di contagiati, ma sono in aumento anche il numero dei guariti: l’Italia è st...
06.03.2020
Sport

Italia, scarcerata un'insegnante rimasta incinta da un allievo 13enne

Un’insegnante di Prato, cittadina italiana in Toscana, che aveva avuto rapporti sessuali con un suo alunno di appena 13 anni ed era poi rim...
29.02.2020
Mondo